SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nel periodo dal 24 al 28 luglio i militari della Guardia Costiera appartenenti alla Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto, all’Ufficio Circondariale Marittimo di Porto San Giorgio e all’Ufficio Locale Marittimo di Cupra Marittima, sono stati impegnati in un’operazione a livello regionale denominata “Vigila Semper”.

I controlli effettuati sia a terra sia in mare, nell’ambito del territorio di Ascoli Piceno e di Fermo, hanno avuto come obiettivi primari la repressione della vendita del prodotto proveniente dalla pesca sportiva e ricreativa che hanno riguardato nello specifico vari campi.

La corretta etichettatura, tracciabilità e rintracciabilità dei prodotti ittici lungo la filiera della pesca con particolare riferimento agli stabilimenti balneari che svolgono attività di ristorazione o, comunque, che abbiano la possibilità di preparare e somministrare prodotti a base di pesce. La pesca in prossimità della costa da parte dei motopesca facenti base nei porti di San Benedetto del Tronto e Porto San Giorgio. Il posizionamento di attrezzi da posta in prossimità del litorale in difformità alle disposizioni previste.

Le attività di controllo eseguite nel corso dell’operazione hanno portato al sequestro di oltre 63,4 chili di prodotti ittici e all’elevazione di sanzioni amministrative per un ammontare pari a 20.166 euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 611 volte, 1 oggi)