SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nell’ambito della campagna di sensibilizzazione in argomento, promossa dalla D.A.N. Europe Foundation (Fondazione internazionale senza fini di lucro che opera a supporto della comunità subacquea soprattutto ai fini della sicurezza), cui la Direzione Marittima delle Marche ha fornito adesione e supporto, la Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto ha chiesto ed ottenuto la collaborazione del Circolo Nautico Sambenedettese per l’affissione, all’interno del porto turistico, di uno striscione che rammenti l’obbligo per i diportisti di mantenersi almeno a 100 metri dalle boe che segnalano i subacquei in immersione (boa sormontata da bandiera rossa con striscia diagonale bianca o, in alternativa, bianca ed azzurra, corrispondente al segnale Alpha A del Codice internazionale).

Da sempre, nell’ambito dell’attività “Mare Sicuro”, particolare attenzione viene posta sul rispetto della norma, attesa la diretta incidenza sull’incolumità di chi effettua (per lavoro o svago) immersioni nell’ambiente marino.

Il Comandante della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto, Capitano di Fregata Sergio Lo Presti, ricorda, a tutti gli utenti del mare, che per segnalare eventuali situazioni di pericolo è disponibile il numero blu per le emergenze in mare 1530, attivo 24 ore su 24 sia da telefono fisso che cellulare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 219 volte, 1 oggi)