SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella giornata del 29 luglio la Polizia di Stato ha notificato due provvedimenti del Questore di Macerata di divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive. Il Daspo è stato deciso a seguito degli incidenti avvenuti durante l’incontro di calcio Maceratese-Sambenedettese (il 14 dicembre 2014) valevole per il campionato di serie D.

L’attività investigativa ha permesso d’individuare C. R. (residente a Monteprandone) e P. R. (residente a San Benedetto del Tronto). In quell’occasione, secondo le indagini della Polizia, si resero protagonisti insieme con altri tifosi di un’aggressione a un agente in servizio allo stadio. Il poliziotto fu trattenuto, spintonato e colpito al volto con violenza. Uno dei due “daspati” eseguiva ciò davanti alla presenza del figlio 14enne coinvolgendolo pericolosamente nei tafferugli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.264 volte, 1 oggi)