Il punto.  Da diversi giorni gli sportivi rossoblu sollecitano un intervento da parte di  Gianni Moneti sulla situazione della squadra. Sinceramente, vista la mancanza di comunicati ufficiali e tantomeno di conferenze stampa, pensavo che non ci fosse nulla da dire e per questo motivo siamo stati in silenzio.

In effetti la situazione è così paradossale che molti tifosi della Samb stanno pensando a qualcosa di grosso che sta bollendo in pentola. Stamane ho intravisto un segnale importante sulle pagine locali del Resto del Carlino ed ho ritenuto giusto chiamare il presidente.

Cosa c’è di vero sulla possibilità di essere iscritti in Lega Pro al di là del costosissimo ripescaggio, pare che lei abbia in mente un’opzione, seppur remota, che non si conosce. A dir la verità non ‘c’è niente di virgolettato ma il riferimento a lei è evidente

“Ho sempre detto che il ripescaggio a certe condizioni può chiederlo soltanto un pazzo e la dimostrazione arriva da chi ci ha provato rimediando solo brutte figure. Fino ad oggi l’unica squadra ad avere qualche possibilità è l’Albinoleffe. Dopo la scadenza di oggi la situazione potrebbe schiarirsi…”

Quindi la giornalista ha ragione nel dire che lei potrebbe avere un asso nella manica…

“Quello che scrivono i giornali non conta, dite un sacco di cavolate. Poi me lo sta dicendo lei che non ci sono mie parole virgolettate ma soltanto una supposizione da parte del giornale. Per esempio nei commenti dei suoi lettori e di uno in particolare (“Gianburrasca”) leggo giornalmente tante cavolate che, secondo me, lei non dovrebbe pubblicare. Come si permette di affermare che io non ho potenzialità economiche?”

Magari quel lettore pensa che lei non ha più la capacità di investire sulla Samb. Le ho già ribadito giorni fa che i tifosi hanno il diritto di avere opinioni diverse e che il numero di commenti a suo favore sono di numero superiore. Non dovrei pubblicare nemmeno quelli? Come per gli articoli poi spetta ai lettori il giudizio definitivo, dopo aver valutato pro e contro.

“Non la pensiamo allo stesso modo e di questa cosa ne terrò conto, io non dimentico”

“Libero di fare ciò che vuole”, è la mia risposta soft visto che in materia noi di Riviera Oggi abbiamo una certa esperienza, io in particolare. Il tempo stringe e molti tifosi vorrebbero sapere cosa accadrà nei prossimi giorni e particolarmente il suo pensiero sulla toccata e fuga di Salvatore Bagni al nostro giornale. 

“Sinceramente quell’intervista ha meravigliato molto me e il mio staff. Non riusciamo a capire perché abbia detto cose che, in teoria, avrei dovuto sapere io per primo, visto che la società è mia. Cosa accadrà nei prossimi giorni? Mi auguro tante cose belle per la Samb come ho sempre fatto da quando sono arrivato a San Benedetto. Devo lasciarti perché sto andando a pranzo con un tuo amico”

Un amico in comune, quindi. Mi dica chi, sono molto curioso.

“Manolo Bucci, sei stato sempre molto carino con lui”

Certamente, me lo saluti.

“Come no lo faccio subito. Contraccambia”

Un incontro che equivale ad una notizia. Se casuale o no, non sono in grado di dirlo ma il momento storico mi fa credere che potrebbe trattarsi di una notizia importante. Per riassumere il pensiero di Moneti scelgo “Calma e sangue freddo” ma non scontate sono anche le sue ultime parole prima che ci lasciassimo: “La speranza è sempre l’ultima morire“.

L’ottimismo o il pessimismo lo lascerei ai… posteri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.091 volte, 1 oggi)