SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Capitaneria di Porto ha comunicato che dalle 8 del 24 luglio la pesca sportiva/ricreativa del tonno rosso non è più consentita essendo stato raggiunto il quantitativo massimo della quota previsto dal Decreto Ministeriale del 17 aprile.

Unica eccezione è rappresentata dalla possibilità, per le unità già autorizzate alla pesca sportiva/ricreativa di tale specie, di proseguire l’esercizio dell’attività fino al 31 dicembre esclusivamente mediante la tecnica del “catch and release”. La tecnica consiste nel rilascio immediato dell’esemplare ancora vivo.

Qualora, a seguito della cattura, il tonno rosso dovesse risultare morto, si dovrà procedere con la comunicazione alla Capitaneria di Porto per la successiva confisca dell’esemplare.

La Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto, nell’ambito della quotidiana attività di controllo, vigilerà sul rigoroso rispetto delle norme.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 593 volte, 1 oggi)