Di Alessandro Spina

GROTTAMMARE – Anteprima dell’evento incentrato sul musicista ungherese il primo agosto, si riparte il 18 per concludere il 28 agosto Ieri, il sindaco di Grottammare Enrico Piergallini, l’addetta stampa Tiziana Capocasa e l’organizzatrice Rita Virgili, hanno avuto il piacere di presentare la XIII edizione del “Festival Liszt”, l’ormai rinomato evento musicale che propone una serie di concerti di musica classica incentrati sulla figura del musicista ungherese Franz Liszt e non solo; l’anteprima ci sarà l’1 agosto con l’Orchestra Sinfonica abruzzese al Teatro delle Energie, per riprendere poi dal 18 agosto fino a venerdi 28 nella chiesa di Santa Lucia.

-Una manifestazione capace di rendere unica la seconda parte di agosto- spiega il primo cittadino – che deve molto alla splendida cornice in cui è inserita, il Vecchio Incasato, e che soprattutto ha il pregio di essere economicamente sostenibile, in quanto ha richiesto soltanto 8000 euro dai fondi dell’amministrazione, e per il resto è in grado di autofinanziarsi-.

La prima serata si preannuncia già molto interessante e suggestiva, poiché l’Orchestra Sinfonica abruzzese, con alle spalle 30 anni di ininterrotta attività e più di duemila concerti eseguiti, offrirà un repertorio più che ampio: dall’Egmont- Ouverture in fa minore, op 84 di Beethoven, passando per la sinfonia n°8 incompiuta in si minore di Schubert, alle melodie di Liszt, “Les Preludes” ispirato al pensiero del poeta Lamartine “La vita non è altro che una serie di preludi a quel canto sconosciuto di cui la morte intona la prima e l’ultima nota”, e ancora il “Mephisto-Valzer n°1” e la“Rapsodia Ungherese n°2”.

Da segnalare la presenza di Gianna Fratta come direttrice (non direttore ha precisato) d’orchestra, una delle dieci donne in Italia ad aver ricevuto tale titolo, e che parallelamente a numerosi altri premi, è stata insignita dell’onorificenza di Cavaliere d’Italia nel 2009 dall’allora presidente della Repubblica Napolitano per i notevoli successi ottenuti in campo internazionale.

Gli appuntamenti proseguiranno il 18 agosto con il talento quattordicenne Jacopo Fulimeni che, con il suo pianoforte e una grande capacità espressiva, eseguirà brani di Bach, Liszt e Rachmaninov; il 20 agosto toccherà a Lukas Vondracek, 1° premio Concorso Internazionale Repubblica San Marino, il 23 sarà il turno di Antonii Baryshevskyi, vincitore del concorso internazionale “Artur Rubenstein”.Si continua il 25 con Cyprien Katsaris, il 27 con Pierre Reach, il 28 con Jean-Yves Clement.

Il sindaco in conclusione ha dichiarato l’importanza del borgo antico ai fini del Festival, spesso i molti turisti che assistono agli spettacoli rimangono allo stesso tempo stupefatti dalla bellezza del paesaggio che fa da sfondo, motivo per cui in occasione dell’evento ogni anno il flusso di turisti aumenta notevolmente.

Il Festival è dedicato a Liszt in quanto, il musicista ungherese soggiornò a Grottammare nell’Estate del 1868.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 232 volte, 1 oggi)