SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Da parte del Pd un comportamento gravissimo”. Il giudizio arriva da Marco Fioravanti, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia a proposito della situazione politica sambenedettese. “Alcuni membri del gruppo comunale del Partito Democratico vorrebbero utilizzare l’approvazione del bilancio per una mera lotta interna. Chiedere la testa di un segretario comunale di partito in cambio dell’approvazione del documento finanziario è una richiesta fuori da ogni logica di buon governo”.

Fioravanti definisce quella in atto una “guerra tra bande”. Per Fratelli d’Italia il bilancio “non può essere strumento di ritorsioni interne”.

“Ci uniamo alla bocciatura del bilancio per mancanza di visione e programmazione – prosegue – per una gestione clientelare dei soldi pubblici e soprattutto per una assenza di progettualità politico amministrativa, che possa dare una visione di medio-lungo periodo agli operatori economici della città, che sono la parte buona ed hanno la giusta energia e vitalità per rilanciare San Benedetto. Chiudo con un appello a tutte le forze politiche alternative a questa amministrazione, nell’unirsi ad un progetto politico che valorizzi le eccellenze cittadine e sappiano ascoltare i tanti cittadini ed imprenditori onesti e stanchi, ma che credono ancora in un rilancio economico futuro. Un ulteriore appello a tutte le anime interne al Pd che hanno professato il rinnovamento, di non aver paura e di uscire allo scoperto prendendo le distanze da chi sta portando alla deriva San Benedetto, utilizzando l’amministrazione comunale per scopi personali e di partito”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 268 volte, 1 oggi)