GROTTAMMARE – La città di Grottammare ha la sua spiaggia per i cani che il Comune ha corredato grazie al progetto e alle attrezzature donate dall’Associazione 43° Parallelo Italy. Ci sono voluti più di 2 anni, tra idea, progettazione e realizzazione. Si tratta della prima struttura del genere costruita sulla Riviera delle Palme, si chiama “Grottammare Dog Beach 43° Parallelo” e sarà di libero godimento. La dog beach occupa 1428 mq di superficie recintati con rete da pesca e pali di legno.

E’ composta di due distinte zone, una completamente chiusa, pari a 414 mq e una aperta sul fronte mare, di1014 mq. L’area è dotata di una fontana di acqua potabile e una doccia, piccoli massi porta ombrellone, siepi di pitosforo con piante e cespugli di Tamerici. L’ingresso è segnalato da un totem e dalla scultura in travertino raffigurante un cane seduto (h 180 cm), realizzata dal giovane grottammarese Donato Gentili.

L’area marina per i cani è stata istituita nel 2010, rispondendo a una necessità segnalata dall’associazione animalista L’Amico Fedele e avvalorata da una petizione, che portò subito il titolo di “Grottammare Comune Animal Friendly”. Fino al 12 luglio, però, era rimasto solo uno spazio indicato da un cartello.

Oggi è una vera area per cani grazie all’Associazione 43° Parallelo e in particolare ai soci: Marcello Iezzi, Giuseppe Marcozzi, Luigi Santori e Filippo Olivieri. Il progetto iniziale è dell’architetto Roberta Schifone e dell’ingegnere ambientale Roberto Marcozzi, poi ritoccato dai tecnici comunali, area Manutenzione, per adeguarlo alle modifiche richieste dalla Soprintendenza delle Marche.

La custodia è stata affidata all’Associazione 43° Parallelo Italy, che si avvale della collaborazione dei volontari della Chimaera di San Benedetto che hanno specifiche competenze e tatto con gli animali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.123 volte, 1 oggi)