MARTINSICURO – Rapinata la banca Picena Truentina di via Roma. Erano circa le 16.30 quando tre malviventi si sono introdotti dal retro della banca, sfondando una vetrata.

Una volta dentro, sembrerebbe che abbiano chiuso tutti i dipendenti della filiale in una stanza al piano superiore (a quell’ora l’istituto di credito era chiuso al pubblico).

Hanno quindi aperto la cassaforte prelevando il contante, poi si sono dati alla fuga. Ad attenderli fuori, secondo le prime testimonianze, c’erano alcuni complici. Sul posto i carabinieri della stazione di Martiniscuro che stanno ricostruendo l’accaduto. Da quantificare il bottino. Seguono aggiornamenti.

AGGIORNAMENTO: La prima stima del bottino parla di 15omila euro, cifra destinata però ad aumentare. I tre malviventi, che si sono introdotti nella filiale nel pomeriggio di venerdi 17 luglio, hanno avuto vita facile: la cassaforte era aperta per motivi contabili e al momento della rapina la banca era chiusa al pubblico. I tre, che erano a volto coperto, sono tuttora ricercati. I carabinieri hanno visionato le telecamere di sorveglianza ma, al momento, non è chiaro se i rapinatori fossero armati.

AGGIORNAMENTO DELLE 22: I tre rapinatori erano armati di taglierino. La porta sul retro, da dove sono entrati, è stata probabilmente tagliata nell’infisso nei giorni scorsi ed oggi per entrare nella filiale i banditi si sono serviti di una ventosa per tirare fuori il vetro e avere libero accesso. I dipendenti presenti al momento della rapina erano quattro e sono stati chiusi nel bagno senza mezzi di comunicazione. Ad accorgersi che qualcosa non andava la signora delle pulizie che, dopo aver suonato inutilmente diverse volte, si è insospettita e ha dato l’allarme.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.771 volte, 1 oggi)