SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Col passare delle ore si allungano i temi iscritti all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale. Ai diciassette punti inizialmente previsti, si sono aggiunte due interpellanze a firma del Movimento Cinque Stelle che, come da prassi, verranno discusse in apertura.

Ciò significa che il Bilancio di Previsione scivolerà ancora più in fondo, nonostante dal Comune garantiscano che diverse voci in programma saranno accorpate e votate in blocco.”Alcuni saranno passaggi formali – dice il presidente del Consiglio Marco Calvaresi – ma a volte abbiamo assistito a punti insignificanti che si sono prolungati. Il mio ruolo mi impone di essere super partes, mi attengo agli ordini. L’amministrazione ha deciso così, forse spinta anche dal fatto che l’assise non si riunisce da quasi tre mesi e delle discussioni si sono accavallate. Se c’è una strategia io non la conosco, non faccio parte della maggioranza”.

Fatto sta che pure Calvaresi non esclude l’ipotesi di un’interruzione dei lavori: “Se vedremo che ci si spinge troppo in là, io e il segretario valuteremo cosa fare. Io comunque sono sempre propenso a portare i Consigli fino alla fine. Riconosco che in quattro anni mai un’assise aveva ospitato diciannove punti, ma per me cambia poco. Se uno è consigliere è giusto che svolga il proprio lavoro fino alla fine, è un suo dovere. Tanti altri lavori hanno orari esagerati”.

Tornando alle interpellanze, i grillini chiederanno all’amministrazione di comunicare la situazione dell’abusivismo commerciale e di conoscere l’attuale stato delle fognature cittadine.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 525 volte, 1 oggi)