SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è svolta, nella mattinata del 15 luglio, un’esercitazione di ricerca e soccorso durante la quale è stata simulata la caduta accidentale in mare di un diportista da un’imbarcazione in navigazione nei pressi del porto di San Benedetto del Tronto.

All’attività addestrativa hanno preso parte le unità navali di questa Capitaneria di Porto nonché una motovedetta appartenente alla Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di San Benedetto del Tronto ed un battello pneumatico del Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Ascoli Piceno.

Lo scopo dell’esercitazione era quello di testare le sinergie tra le varie Amministrazioni dello Stato che concorrono, sotto il coordinamento di questa Capitaneria di Porto, nella salvaguardia della vita umana in mare.

Il Comandante della Capitaneria di Porto, Capitano di Fregata Sergio Lo Presti, si è detto soddisfatto per l’esito dell’esercitazione ed ha sottolineato l’importanza della collaborazione tra le Amministrazioni dello Stato al fine di incrementare la sicurezza degli utenti del mare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 128 volte, 1 oggi)