SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Grave black out al Comune di San Benedetto. Il Municipio di Viale De Gasperi è senza luce dalle ore 12 di mercoledì, a causa della rottura del trasformatore centrale. L’impianto, in servizio da molti anni, è stato messo fuori uso dalla concomitanza di sovraccarichi e dalle persistenti temperature elevate.

Al momento dell’interruzione elettrica due ragazzi si trovavano all’interno dell’ascensore sud, mentre una signora stava occupando quello sul versante opposto. I tre sono stati fatti uscire in maniera tempestiva da alcuni tecnici comunali.

Attorno alle 13.30 hanno smesso di funzionare le lampade di sicurezza, capaci comunque di garantire un’autonomia di oltre un’ora. Motivo che ha spinto l’ente a rispedire a casa tutti i dipendenti, a tutela della loro incolumità.

Contemporaneamente si erano recati sul posto alcuni operai della Cpl Concordia. Vista l’impossibilità di riparare il trasformatore, ci si è immediatamente adoperati ad ordinarne uno nuovo. Nel frattempo, è stato reperito un gruppo elettrogeno che dovrà assicurare provvisoriamente la fornitura di elettricità.

“Il gruppo arriverà nelle prossime ore – riferisce il Comune – e sarà subito messo in funzione per garantire la riattivazione di tutti i servizi comunali nella mattinata di giovedì 9 luglio”.

AGGIORNAMENTO DELLE 21.30 DI MERCOLEDI’ – “Dopo circa sei ore di lavoro il guasto è stato riparato”, informa il Comune. “In attesa della sostituzione dell’impianto, è stato montato e messo in funzione un trasformatore di emergenza in grado di servire il palazzo comunale evitando i problemi di emissioni nocive e i maggiori costi procurati dall’installazione di un generatore di emergenza. Come annunciato, dunque, giovedì 9 luglio, gli uffici comunali riapriranno regolarmente”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 729 volte, 1 oggi)