SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Terremoto nel Quartiere Porto d’Ascoli Centro. Domenica sera ben tre componenti del comitato si sono dimessi a causa di profondi dissidi col presidente Elio Core.

Si tratta della vicepresidente Manuela Casciotti, del segretario Giampietro Lucadei e del consigliere Natale Reda, che lasciano “per insanabili divergenze di opinione con Core, sia in merito all’interpretazione delle funzioni di tale comitato sia in merito al comportamento tenuto dallo stesso presidente nell’approccio con gli abitanti del quartiere”.

Alle elezioni di dicembre, Core aveva ottenuto la riconferma a mani basse con addirittura 333 preferenze. Tuttavia, il rapporto con la sua squadra si è presto raggelato: “Ci rammarichiamo per i modi dittatoriali e non schietti con i quali lo stesso presidente si relaziona con i componenti del comitato. A lui contestiamo la presenza ricorrente su giornali e tv locali per dissertare su argomenti non portati a conoscenza né discussi nell’ambito del comitato. Alcuni di questi argomenti sono stati portati all’attenzione dei mezzi di informazione senza attendere risposta da parte dell’amministrazione comunale stimolata sull’argomento o addirittura senza aver tentato alcun contatto con essa per le opportune verifiche. Ciò che più ci umilia – proseguono i tre – è il fatto che per ben due volte consecutive si sono tenute riunioni con la partecipazione del solo presidente e del tesoriere. Si nutrono forti dubbi sul fatto che la presenza di un solo consigliere, il tesoriere, su 4 garantisca la validità della seduta o perlomeno l’espressione di democrazia che il comitato dovrebbe rappresentare”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.133 volte, 1 oggi)