SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Presso il teatro “Concordia” di San Benedetto del Tronto, l’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche ha organizzato l’evento “10 e lode”, dedicato agli alunni che hanno concluso brillantemente il percorso di studi della scuola secondaria di primo grado. La manifestazione è stata aperta da Carla Sagretti, che ha evidenziato il rapporto tra dovere e libertà. Il dovere – ha detto la dott.ssa Sagretti  – non è una limitazione al senso di libertà, ma la massima espressione della nostra libertà interiore. Pensate alle persone che hanno messo a repentaglio la propria vita per il bene comune. Se avessimo chiesto loro perché lo fanno, avrebbero risposto che era il loro dovere. E’ questa la vera libertà.

La seconda parola dimenticata, che voi ragazzi avete il compito di risvegliare è la disciplina. Questa, insieme al dovere e all’onore, sembra appartenere ad un universo di non libertà. Ma ciò non è vero. La disciplina è l’insieme delle regole necessarie per arrivare ad una certa conoscenza e al contempo è la capacità dell’individuo di sottoporsi alle regole, agli sforzi per diventare un individuo meritevole. Chi non è capace di sforzo e disciplina nella vita è destinato a rimanere un minore, un individuo senza personalità. Per ciò che concerne l’onore, menzionato anche nella nostra Costituzione, esso non è altro che il premio dell’onestà”

Parole importanti, per ragazzi che hanno lavorato duro.  “Oggi – ha concluso la dirigente-  vi consegno un grande compito: ritrovate i principi di cui sopra ed abbiate il coraggio di affermarli, anche contro l’opinione pubblica per essere cittadini migliori e costruire un’Italia migliore”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 520 volte, 1 oggi)