SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Con la bella stagione, in alcuni luoghi della città si verificano inaccettabili accumuli di ogni genere di rifiuto”. A fotografare la situazione è il sindaco Giovanni Gaspari, irritato per i ripetuti disagi derivanti dai conferimenti errati dei sacchi gialli e blu da parte dei residenti.

“Queste sporadiche, ma comunque esistenti, situazioni, non solo danno l’idea di un presunto disservizio e di una città poco pulita, ma fanno venir meno quello sforzo che invece tutti stiamo compiendo affinché entro la fine del 2015 si possa raggiungere e superare il 70%”, prosegue il primo cittadino. “Mi preme ricordare che, per quanto riguarda i rifiuti ingombranti, la società Picenambiente mette a disposizione un servizio di smaltimento su richiesta al numero 0735/757077, mentre per conoscere modi e tempi di conferimento dell’umido, di rifiuti differenziabili e dell’indifferenziata, differente da zona a zona, è possibile consultare la home page del sito del Comune www.comunesbt.it nella sezione Raccolta Differenziata”.

Passando alle note positive, Gaspari ricorda come San Benedetto abbia raggiunto il 68% nella percentuale dei rifiuti avviati a recupero, “superando ampiamente l’obiettivo del 65% imposto dalla legge”.

“Pertanto – conclude il sindaco – invito tutti a vigilare e a dare suggerimenti a quanti potrebbero non essere ancora sufficientemente informati sulle modalità di conferimento dei diversi tipi di rifiuti. Una città che sta ospitando migliaia di turisti non può non fare del decoro e della pulizia elementi essenziali della propria offerta. Dobbiamo tutti impegnarci affinché i nostri gentili ospiti conservino un ricordo positivo di questa città e alimentino il desiderio di tornarci”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 908 volte, 1 oggi)