ALBA ADRIATICA – È stata inaugurata nella mattinata del 29 giugno la nuova sede della Stazione del Corpo Forestale dello Stato negli ampi locali messi a disposizione dal Comune di Alba Adriatica, in Via Bafile 69.

La cerimonia inaugurale, iniziata alle 10.30, ha visto la partecipazione di parlamentari della Repubblica, tra cui l‘Onorevole Tommaso Ginoble, dell’Assessore regionale all’agricoltura e foreste in rappresentanza del Presidente della Giunta regionale d’Abruzzo, Luciano D’Alfonso, del Comandante regionale per l’Abruzzo del Corpo forestale dello Stato, Ciro Lungo e delle massime autorità provinciali. Nell’ambito della cerimonia il sindaco Tonia Piccioni di Alba Adriatica ha offerto in dono al Comandante della Stazione la bandiera della Repubblica Italiana. Successivamente vi è stata la benedizione della nuova struttura da parte del Vicario del Vescovo di Teramo, Mons. Davide Pagnottella e poi il taglio del nastro.

“L’auspicio è che la nuova stazione assicuri un uso legale e sostenibile delle risorse naturali, contrastando le manomissioni del territorio, concorrendo alla sicurezza delle aree rurali e marine” questo un breve passaggio del discorso del Comandante Regionale Abruzzo del Cfs, Ciro Lungo che ha presentato la nuova istituzione del servizio ciclomontato presso la Stazione di Alba Adriatica, richiesto dalla Regione Abruzzo e dalle autorità di pubblica sicurezza.

Per l’avvio del servizio in parola un particolare ringraziamento è rivolto all’associazione degli operatori turistici e, in particolare, all’associazione “Albatour” per la fornitura degli equipaggiamenti specialistici. La squadra di forestali in bicicletta, che consta dei quattro elementi della stazione di Alba Adriatica, pattuglierà il litorale della costa teramana, da Martinsicuro a Roseto degli Abruzzi, in particolar modo nei mesi estivi. Si tratta di un servizio a carattere ecologico che, oltre a garantire la sicurezza dei cittadini, aumenta il senso di “prossimità” ossia la percezione di una maggiore vicinanza dei tutori della legge ai problemi ed alle esigenze della collettività.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 303 volte, 1 oggi)