ACQUAVIVA PICENA-Domenica 28 giugno 2015 si è chiusa con una grande novità la terza edizione di “Secondi a nessuno”, il Festival della cucina rurale svoltasi ad Acquaviva Picena: il gemellaggio “cultural-gastronomico” con la manifestazione “Prodotto Topico” che vedrà coinvolti in una gustosa gara culinaria i comuni di Acquaviva, Monteprandone e Monsampolo del Tronto, nonché i comuni abruzzesi di Lentella e Liscia e quelli molisani di Agnone, Carovilli e Frosolone.
Infatti, a partire dalle ore 19, all’interno della Fortezza medievale, si sono confrontati piatti tipici marchigiani, abruzzesi e molisani che sono stati direttamente votati dal pubblico presente in una sorta di “torneo culinario” incentrato sulle tipicità e la buona cucina di tre regioni italiane che hanno piatti e sapori unici ed inimitabili.
Ai quattro secondi piatti più votati nelle serate del 26 e 27 giugno (il primo classificato parteciperà di diritto il prossimo 29 agosto alla manifestazione in programma a Vasto), si sono aggiunte la ventricina di Liscia (Chieti), la porchetta di Lentella (Chieti), il tartufo di Frosolone (Isernia) e di Carovilli (Isernia) – da gustare eccezionalmente con le tagliatelle – ed i formaggi (Caciocavallo, Stracciata e Scamorza arrosto) di Agnone (Isernia) . La formula è sempre la stessa: al costo di 13 euro è stato possibile scegliere tre piatti tra quelli nel “menu”; compresi nel prezzo pane, acqua e dolce (le rinomate peschette di Acquaviva). Con 2 euro in più c’è stata la possibilità di gustare un calice di vino a scelta tra Rosso Piceno Superiore doc, Offida Pecorino doc e Offida Passerina docg delle cantine Moncaro, Cherri, Capecci o Il Conte Villa Prandone.
La forza di questa manifestazione, unica nel panorama dei Festival culinari in quanto dedicata espressamente ai “secondi piatti”, è anche nel coinvolgimento degli operatori locali della Ristorazione, ai quali va un plauso di gratitudine perché ancora custodiscono e ripropongono i segreti di ricette “antiche e sempre nuove” che possono essere gustate sia nei giorni della manifestazione, sia nei vari locali del nostro bel territorio.

Tornando alla serata inaugurale di giovedì 25 giugno, il convegno “Verso la macroregione Adriatico Ionica… un Progetto, un territorio” è stato davvero interessante con tutti i relatori molto preparati e con il sociologo Ezio ‪‎Sciarra in strepitosa forma: da “animale” da palcoscenico qual è, ha saputo catturare l’attenzione dei numerosi presenti con i suoi concetti sulle ‪‎biodiversità territoriali, usando un linguaggio fatto di parole semplici ma efficaci tali da strappare applausi a scena aperta e, spesso, gran ‪risate per i paragoni scelti nell’esporre le proprie idee. Un momento emozionante, infine, è stato vissuto durante la premiazione del dr. Ezio Parro con la “Crolla d’Oro”, consegnata dal presidente del Laboratorio ‪‎Terraviva Filippo ‪‎Gaetani e dal sindaco del Comune di ‪Acquaviva Picena Pier Paolo Rosetti con la seguente motivazione: “Per la passione, la competenza e la lungimiranza con le quali ha scommesso sul territorio di Acquaviva Picena, illuminando – di nome e di fatto – la realtà industriale delle ‪Marche, dell’‪‎Italia e dell’‪Europa, accendendo oltre ogni buio la luce e la speranza di un futuro migliore per noi e per le generazioni a venire. Con stima, gratitudine e sincera amicizia nell’auspicio di nuovi e prestigiosi traguardi”. L’opera donata, un pezzo unico di grande valore, è stata realizzata da Rita Gaetani con la collaborazione dell’oreficeria ‪Malavolta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 291 volte, 1 oggi)