FERMO – Per reprimere la criminalità, in crescendo nel territorio durante la stagione estiva, la Polizia di Stato ha pattugliato negli ultimi giorni lungo tutta la fascia costiera del Fermano con la collaborazione del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara e una squadra cinofila di Ancona.

I poliziotti hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un noto spacciatore magrebino. Inoltre sono stati controllati vari esercizi pubblici e verificato la posizione di numerosi avventori stranieri, tra cui quattro nomadi siciliani noti per le famose truffe degli specchietti retrovisori, reato piuttosto frequente ai danni d’ignari automobilisti in transito. E’ stato individuato a Lido Tre Archi il luogo dove i nomadi si erano accampati, gli agenti hanno proceduto allo sgombero.

Controllate e allontanate decine di prostitute rumene sorprese ad adescare clienti nella zona di Porto Sant’Elpidio. Quattro di loro sono state deferite all’Autorità Giudiziaria poiché inottemperanti al foglio di via obbligatorio emesso dalla Questura di Ascoli.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 619 volte, 1 oggi)