ACQUAVIVA PICENA – Al termine del convegno sulle Biodiversità Territoriali Comunali dal titolo “Verso la macroregione Adriatico Ionica… un progetto, un territorio”, realizzato nell’ambito della terza edizione di “Secondi a nessuno”, giovedì 25 giugno verrà consegnato a Ezio Parro il premio “La crolla d’oro” presso la Bbc Picena Truentina di Acquaviva Picena.

Chi è Ezio Parro? Nato nel 1954 a Chiarano in provincia di Treviso. Figlio di contadini, frequenta scuole tecniche e, terminato il militare, inizia a lavorare in una azienda locale che trasformava abrasivi flessibili (carta vetrata) per l’industria del mobile.

Inizia come primanotista e si trova dopo 10 anni circa a ricoprire il ruolo di direttore generale dell’azienda (20 miliardi di lire di fatturato). Rimane in questa azienda per 18 anni, poi passa ad un gruppo comprendente aziende di stampaggio materie plastiche e vendita arredi da giardino in plastica (con fatturati di circa 130 milioni di euro), dove rimane per 10 anni come dirigente amministrativo e controller delle filiali estere del gruppo.

Per una casualità della vita incontra un socio di una piccola azienda di lampade di emergenza sita ad Acquaviva Picena e vi giunge nel 2004 per un reporting sullo stato della stessa. Vede la potenzialità del prodotto nel mercato e decide di entrare a far parte della compagine sociale per gestire autonomamente il progetto di rilancio e penetrazione del mercato. Parte con 8/10 dipendenti ed un fatturato di 2 milioni di euro. Dopo 10 anni l’azienda conta 54 dipendenti, tutti a tempo indeterminato, e 15 milioni di fatturato in crescita anche quest’anno del 20%, posizionandosi al secondo posto nel panorama nazionale delle aziende produttrici di illuminazione emergenza. L’80% del fatturato viene sviluppato in Italia ed il 20% all’estero ma è in atto una forte operazione di sviluppo dei mercati esteri che sta già cominciando a dare buoni risultati.

L’azienda progetta, produce, vende e provvede all’assistenza post vendita a 360% nel proprio capannone di Acquaviva Picena con personale tutto italiano e del territorio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 628 volte, 1 oggi)