SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quando si tornerà in Consiglio Comunale – probabilmente verso metà luglio – saranno passati due mesi e mezzo dall’ultima assise, svoltasi lo scorso 29 aprile.

Attesa che l’amministrazione comunale giustifica con i ritardi del Governo nel comunicare i fondi funzionali all’approvazione del Bilancio di Previsione 2015.

“Basta – sbotta il coordinatore comunale di Forza Italia, Alessandro Capriotti – in questi mesi non c’è stata nessuna discussione sulle politiche del turismo del commercio, sul porto, sugli interminabili lavori con cantieri perenni, sulle politiche sociali, sulle strutture sportive come la piscina, sulla movida e sulla sicurezza”.

In tal senso, alcuni consiglieri comunali azzurri avrebbero richiesto da tempo la convocazione di alcune commissioni, “ma neanche questo organo amministrativo è stato attivato”.

“Dove sono finiti i tavoli che erano stati aperti?”, prosegue Capriotti. “Non si dovrebbe portare alla discussione ciò che avrebbero dovuto produrre? Qui si sta usando una città per logiche di partito e di schieramento che nulla hanno a che fare con le esigenze dei nostri concittadini”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 378 volte, 1 oggi)