FERMO – Nella serata del 19 giugno la Polizia di Stato ha effettuato, a Porto Sant’Elpidio, mirati servizi di contrasto allo sfruttamento della prostituzione, con il personale del Commissariato di pubblica sicurezza di Fermo, l’ausilio di pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara e di personale del Nucleo Cinofili della Questura di Ancona.

I pattugliamenti, che si sono coordinati con le analoghe iniziative poste in essere dalla Polizia Municipale di Porto Sant’Elpidio, sono stati  finalizzati ad ottenere una forte presenza sul territorio interessato dalla problematica dello sfruttamento prostituzione ed hanno portato all’identificazione  di 47 persone e 4 veicoli.

Quattro straniere, di nazionalità rumena, sono state segnalate all’Autorità Giudiziaria per inottemperanza al decreto di rimpatrio con foglio di via obbligatorio emesso dal Questore di Ascoli Piceno. Tre cittadini rumeni sono stati sottoposti a foto segnalamento perché considerati persone sospette. Due di loro, in particolare, hanno tentato di sottrarsi ai controlli degli agenti allontanandosi velocemente a bordo della propria autovettura, ma subito raggiunti sono stati identificati ed accompagnati per le procedure di identificazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.122 volte, 1 oggi)