SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non trapelano i nomi degli imprenditori sambenedettesi che cercherebbero, tramite il loro rappresentante Paolo Gaetani, di sondare la possibilità di entrare nella Samb Calcio di Gianni Moneti, al momento detentore unico delle quote sociali dopo le dimissioni del socio Manolo Bucci. “Segreto professionale”, spiega l’avvocato Gaetani, e c’è da capirlo.

Uno strano “menage à trois” o addirittura “à quatre”, quello che vede in ballo la Samb Calcio in un momento molto delicato, che dovrà a giorni essere definito al meglio, pena il rischio di compromettere il prossimo campionato, come già avvenuto un anno fa.

La situazione: 1) Moneti detiene il 100%.

2) Secondo Moneti l’accordo con i fratelli Buonocunto di Napoli per un loro ingresso al 50% delle quote sociali è stato raggiunto, manca solo la formalizzazione.

3) Noi Samb in 10 giorni ha registrato 100 adesioni, “un po’ pochine” secondo Moneti.

4) Un gruppo di imprenditori, alcuni già dentro Noi Samb, altri esterni, sta valutando se e come entrare nel club.

I tempi sono davvero stretti e non è facile capire in che modo i tifosi di Noi Samb o imprenditori sambenedettesi possano o riescano ad entrare in società, dove avrebbero sicuramente quote minoritarie. L’importante, prima che le temperature stagionali si impennino nuovamente, è che quelle relative alla passione rossoblu non subiscano per l’ennesima volta lo stesso effetto.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.456 volte, 1 oggi)