SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella giornata dell’11 giugno la Polizia di Stato della Questura di Ascoli Piceno e Fermo ha eseguito a San Benedetto del Tronto la misura cautelare di sottoposizione agli arresti domiciliari nei confronti di Vincenzo Nucifora, ex direttore sportivo della Torres e Samb, emessa dal Gip presso Tribunale di Catanzaro.

L’attività di polizia giudiziaria rientra nell’ambito dell’operazione denominata “Dirty Soccer” condotta dallo Servizio Centrale Operativo e dalla Squadra Mobile di Catanzaro che il 19 maggio,  aveva portato la Procura Distrettuale Antimafia di Catanzaro ad emettere 50 fermi di indiziato di delitto, nei confronti di soggetti tutti ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata alla frode nelle competizioni di calcio degli incontri di Lega Pro e Lega Nazionale Dilettanti.

L’attività di indagine aveva consentito di delineare l’esistenza di due distinte organizzazioni criminali rispettivamente attive nelle combine di numerosi incontri di calcio.

Dopo le formalità di rito, Vincenzo Nucifora è stato trasportato dal personale del Commissariato di San Benedetto del Tronto presso la propria abitazione per rimanere a deposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 507 volte, 1 oggi)