SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Peppe Giorgini è in consiglio regionale. Lo ha deciso la Corte d’Appello, che ha reso nota la sua decisione nel tardo pomeriggio di giovedì.

Gianni Maggi, candidato presidente del Movimento Cinque Stelle, è stato ufficialmente inserito nella circoscrizione anconetana assieme a Romina Pergolesi. Salvo quindi il seggio del Piceno riservato all’esponente rivierasco che rischiava di essere assegnato proprio a Maggi.

Sono contento per tutti quelli che mi hanno votato e per quelli che non mi hanno scelto“, dichiara a caldo Giorgini. “Sono felice per tutto il Piceno, ma sarò a disposizione pure del territorio fermano che si ritrova senza nostri rappresentanti. E’ stata rispettata la Costituzione. Un eletto non può essere espropriato del voto dei cittadini per delle logiche politiche”.

Il Tribunale era chiamato ad interpretare una norma elettorale che dal 2010 assicura al candidato presidente arrivato secondo un seggio a Palazzo Raffaello. Maggi tuttavia si era premunito con una candidatura a priori in consiglio regionale nella sua circoscrizione. La Corte ha assegnato a Maggi quest’ultima poltrona (lo stesso grillino aveva sposato questa linea, ma la segnalazione è stata comunque ritenuta ininfluente) negando di fatto l’elezione a Gabriele Santarelli di Fabriano.

L’insediamento del nuovo consiglio regionale non avverrà prima di due settimane.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.681 volte, 1 oggi)