MARTINSICURO – Fermate questa mattina a Martinsicuro tre persone, sospettate di essere presenti durante l’omicidio di Roberto Tizi, avvenuto per mano di Arjan Ziu, domenica 7 giugno nel quartiere Tronto di Martinsicuro.

Arjan Ziu, 49enne albanese,  aveva dichiarato di aver agito da solo, ma questo non aveva convinto gli inquirenti che stavano dando la caccia, già da qualche giorno, a tre persone.

I tre fermati sono stati portati direttamente a Teramo e si tratterebbe del fratello di Ziu e di due suoi nipoti. Intanto le indagini continuano e si passano al vaglio le immagini delle telecamere a circuito chiuso della zona dove è avvenuto il delitto.

Non è ancora stata trovata l’arma con cui l’albanese avrebbe ucciso Tizi e domani, in Procura a Teramo, ci sarà una conferenza stampa, alle ore 10, per fare il punto della situazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.028 volte, 1 oggi)