GROTTAMMARE – Nell’ambito dei consueti servizi dedicati al controllo economico del territorio, le Fiamme Gialle della Provincia di Ascoli Piceno hanno fermato nella serata del 9 giugno nei pressi del casello autostradale di Grottammare un’autovettura a bordo della quale viaggiavano due fratelli di origine napoletana, S.U. di anni 45 e S.G. di anni 41.

Il fermo dell’autoveicolo si è reso necessario in ragione di una manovra pericolosa del conducente, non consentita dalle norme del codice della strada. Ulteriori controlli hanno poi evidenziato che il guidatore era sprovvisto di patente ed entrambi i soggetti fermati gravati da precedenti di polizia nel settore degli stupefacenti. Ciò ha indotto i militari del Nucleo di Polizia Tributaria ad eseguire più immediati approfondimenti.

Infatti, nel corso dell’ispezione all’autoveicolo, l’attenzione dei militari è stata attirata dalle modalità di fissaggio degli sportelli che apparivano del tutto diverse da quelle originarie di fabbrica e tale da lasciar presupporre un recente smontaggio. Sul posto è stata quindi fatta intervenire un’unità cinofila della Compagnia di San Benedetto del Tronto. Non è stato difficile per la Fiamma Gialla “a quattro zampe” Ughel con il proprio infallibile fiuto, concretizzare i sospetti dei militari quando l’ interesse del cane si è indirizzato verso l’interno dell’automezzo ed in particolare verso le portiere al cui interno, una volta smontate, sono stati rinvenuti 13 involucri di cellophane contenenti complessivamente un chilo e mezzo di marijuana, 2 involucri di cellophane contenenti oltre 100 grammi di cocaina ed 1 pistola Beretta calibro 9 con matricola abrasa unitamente a 13 proiettili dello stesso calibro.

La cocaina è risultata ad un primo esame speditivo di elevato grado di purezza e quindi da tagliare prima di essere immessa in consumo. La droga complessivamente sequestrata avrebbe fruttato sul mercato circa 100 mila euro.

Per le responsabilità in ordine alla violazione dell’art. 73 “Produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope” del D.P.R. n. 309/90 e art. 697 C.P “Detenzione illecita di arma” , i due uomini sono stati tratti in arresto e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.392 volte, 1 oggi)