PORTO SAN GIORGIO – La Polizia Autostradale di Porto San Giorgio, nell’ambito dei servizi di controllo della circolazione stradale sull’A14, ha scoperto un veicolo pesante che malgrado circolasse regolarmente, il suo cronotachigrafo segnalava il mezzo fermo per riposo del conducente.

Partito alle 12 dalla Puglia, l’autista (diretto in Piemonte) aveva guidato ininterrottamente senza fare soste. La pattuglia della Polizia Stradale di Porto San Giorgio ha trovato un pulsante in cabina che inibiva il funzionamento del cronotachigrafo, lo strumento che controlla velocità e i tempi di guida e riposo dei conducenti. Quest’ultimo, attivando il meccanismo elettronico, mentre l’autotreno viaggiava regolarmente a pieno carico, faceva sì che lo strumento registrasse il veicolo fermo e quindi con conducente a riposo.

A seguito del comportamento illecito al guidatore e al datore di lavoro, sono state inflitte multe per circa 2500 euro, oltre al sequestro del dispositivo e denuncia all’Autorità Giudiziaria, per omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro, dato che il guidare ore e ore comporta un significativo stress al conducente con conseguente pericolo per tutti gli automobilisti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 436 volte, 1 oggi)