GROTTAMMARE- Tutti presenti all’inaugurazione dei lavori di ampliamento della Residenza Pelagallo: dal Sindaco Enrico Piergallini al Presidente del Consiglio di amministrazione Pelagallo Roberto Carlini, dal Direttore Giovanni Crusco al Presidente della Cooperativa La Picena Antonio Bruni, fino a Don Giovanni, ex amministratore della struttura. La Residenza Pelagallo ospita attualmente 60 persone tra anziani non autosufficienti, anziani autosufficienti e deficit psichici.

Le parole del Presidente Carlini che commosso ha dichiarato: “Un ringraziamento speciale a Suor Francesca, fondatrice della Pelagallo, che dal 1950 al 2008 si è battuta per i più bisognosi. E ancora un grazie di cuore a Don Giovanni e a tutto il personale della Residenza. È meraviglioso il lavoro che fanno ogni giorno. Infine, il mio pensiero va a Giovanni Addazi, ex amministratore, che solo dopo un anno di amministrazione è morto. Ricordo ancora la determinazione e la forza che metteva nel suo lavoro. È anche grazie a lui se oggi la Pelagallo è una struttura di così grande efficienza”.

Un anno fa sono iniziati i lavori di ampliamento per la realizzazione del terzo piano che ospiterà 10 posti in più. I lavori sono costati circa 200 mila euro, fondi dell’ente, tra arredamento e ristrutturazione del piano. È bene anche ricordare che la Fondazione Pelagallo ha investito 3 milioni di euro per la ristrutturazione dell’intero edificio dal 2001 al 2007. Anche se sono stati compiuti i lavori di ampliamento la retta rimarrà immutata: è dal 1999, difatti, che la retta viene a costare 36 euro al giorno, compresi tutti i servizi.

Il Direttore Giovanni Crusco ci racconta la modernità del nuovo piano: “Il bagno è completamente assistito. I letti e le vasche da bagno sono tutte orientabili. Siamo anche dotati di sollevatori estremamente moderni”. A rendere la Pelagallo un Residenza di eccellenza ci pensa anche il personale qualificato che dal 1990 è gestito dalla Cooperativa La Picena con Presidente Antonio Bruni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 437 volte, 1 oggi)