SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alla presenza delle autorità cittadine con il sindaco Giovanni Gaspari ed alcuni consiglieri comunali, del generale dei Carabinieri Gianfranco Massaro, della Presidente della Fondazione Libero Bizzarri Maria Pia Silla, dell’artista Marisa Korzeniecki, della dirigente scolastica Manuela Germani, dei docenti e di alcune classi della Scuola media, si è svolta stamane la cerimonia di inaugurazione dell’aula magna della scuola “Cappella”.

La cerimonia ha visto l’intervento dei ragazzi, degli artisti e delle autorità sul tema “Noi cittadini”. L’inaugurazione, prevista per la mattina di sabato 6 giugno, della scultura dedicata ad Emanuela Setti Carraro nell’omonima piazza è stata lo spunto per far riflettere tutti sull’educazione alla cittadinanza e alla legalità.  I ragazzi sono intervenuti con personali riflessioni sul concetto di rispetto, di dignità, di onestà e di coinvolgimento di ognuno nella vita dello Stato.

Il brano di Ludovico Einaudi “Le onde” è stato suonato al pianoforte dalla pianista e docente di musica Emanuela Antolini.

Nell’occasione, la fondazione Libero Bizzarri ha firmato un protocollo di intesa con la scuola che la vedrà presente con filmati e film durante l’anno scolastico.

L’artista Marisa Korzeniecki, autrice della fontana/nave dedicata alla vittima di mafia Emanuela Setti Carraro, ha spiegato, insieme all’architetto Andrea Mancini (docente nella scuola), l’uso dei materiali, il lavoro svolto con i ragazzi (una piccola mostra è visitabile all’interno dell’edificio) e il significato simbolico dell’opera. Il tutto è stato ideato e coordinato dalla professoressa Flavia Mandrelli, responsabile dell’educazione alla cittadinanza, della scuola media “Cappella”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 324 volte, 1 oggi)