CATANIA – La formazione Oliviero Di Lorenzo si è imposta sull’Ushkyn Iskra per 4 a 1. Ad Andrè va il merito di aver inaugurato la fortunata serie di punti, seguito da Pablo Perez, autore di due reti, e Bruno Novo. Nonostante il successo, il tecnico non è soddisfatto: “Di positivo c’è solo il risultato. I kazaki non erano nulla di eccezionale e noi abbiamo fatto di tutto per farli rimanere in partita. Ciò che mi fa più arrabbiare è che in campo facciamo il contrario di ciò che ci diciamo nel corso della riunione tecnica pre-gara. Ribadisco che in questo sport è fondamentale il gioco di squadra, con le iniziative dei singoli non si fa tanta strada”.

Più positivo è il presidente Roberto Ciferni – “Portiamo in alto i colori rossoblu ed è molto importante avere una certa considerazione a livello continentale. Siamo teste di serie, quindi giocheremo sempre sul centrale e prima dei padroni di casa del Catania. In gara ci sono tutte squadre ben attrezzate; la conferma viene dalla sconfitta di Milano per 3 a 2 contro i polacchi del Lodz. Puntiamo al passaggio del turno. Ai sedicesimi di finale, infatti, si qualificheranno le prime due classificate dei sette giorni e le due migliori terze. È questo il nostro primo obiettivo”.

La prossima sfida, in programma per mercoledì 3 giugno, è contro i moldavi del Djoker che, all’esordio, hanno sconfitto 2 a 1 gli inglesi del Portsmouth. “Ci giochiamo il primo posto nel girone contro una squadra che ha nella difesa la sua arma migliore – commenta Oliviero Di Lorenzo – Nell’organico poi conta due o tre portoghesi che possono fare la differenza”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 260 volte, 1 oggi)