SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Pd trova il modo di litigare anche alla vigilia delle elezioni regionali. A lanciare il sasso nello stagno è la segretaria Sabrina Gregori, con un polemico post su Facebook: “C’è gente che passava il tempo riempiendo le proprie bacheche,e non solo, di aspre critiche verso l’atteggiamento di opposizione al governo Renzi che aveva Civati e lo invitava a lasciare il Partito Democratico per ovvi motivi. Poi ti accorgi che questi professori di etica politica hanno lo stesso atteggiamento nei confronti del governo Pd”.

Continua la Gregori: “Civati però ha fatto scelte coerenti. Qui forse si evitano perché alle prossime comunali fa comodo stare nel Pd”.

Nessun nome, ma sembra chiaro il riferimento a Paolo Perazzoli o perlomeno alla corrente a lui vicina. Una frattura alimentata dalla stessa corsa per un seggio a Palazzo Raffaello, con le due fazioni che appoggiano due candidati – entrambi sambenedettesi – differenti

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 746 volte, 1 oggi)