SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In considerazione dell’inizio della stagione estiva il Commissariato di Pubblica Sicurezza e il Comando della Polizia Municipale di San Benedetto del Tronto hanno intensificato i servizi congiunti volti a scongiurare gli eccessi della vita notturna sambenedettese.

I controlli sono stati effettuati nella notte tra sabato 23 e domenica 24 maggio e soltanto nella mattinata del 28 maggio sono stati resi noti i risultati in quanto erano in corso accertamenti e approfondimenti.

E’ stato sanzionato un esercizio di somministrazione alimenti e bevande del centro cittadino per due violazioni relative all’ordinanza sindacale relativa alla vendita di bevande in bottiglia di vetro oltre le ore 22 e per violazione dell’ordinanza sindacale relativa alla mancata pulizia dell’area esterna dove sono state rinvenuti vetri di bottiglie di birra rotte. Inoltre il titolare dell’esercizio è stato denunciato penalmente ai sensi dell’articolo 689 del codice penale in quanto somministrava bevande alcoliche ad un 16enne.

In seguito è stato controllato un altro bar del centro dove sono state elevate tre violazioni amministrative per  somministrazione di bevande alcoliche a un ragazzo minorenne e altre due violazioni amministrative per trasgressione dell’ordinanza sindacale relativa alla mancata pulizia dell’area esterna dove anche in questo caso sono stati rinvenuti vetri di bottiglie di birra rotte e pure del vomito. Inoltre il volume della musica era maggiore del consentito.

Infine in via Tagliamento è stato sorpreso un giovane ad urinare sul portone di ingresso di un palazzo. E’ stato deferito per atti contrari alla pubblica decenza.

Per ciò che attiene alla vendita di alcol a minori, le forze dell’ordine comunicano che alla terza violazione il Prefetto può disporre la chiusura fino a tre mesi dell’esercizio mentre il sindaco può disporre l’anticipazione della chiusura notturna.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.130 volte, 1 oggi)