SAMBENEDETTESE Fulop, Botticini, Vallorani, Paulis, Fedi, Pepe, Baldinini, Carteri, Tozzi Borsoi, Napolano, Padovani A disp. Marni, Viti, Borghetti, Oddi, Lobosco, Gentile, Franco, D’Angelo, Scarpa All. Paolucci

SAN NICOLO’ Lupinetti, Pretara, Mozzoni, Micolucci, Natale Mbodj, Petronio, Chiacchiarelli, De Santis, Bartolini, Stivaletta, Valim A disp. Ricci, gabrieli, Alessandroni, D’Orazio, Iaboni, Danatangelo, Moretti, De Petris, Di Sante All. Epifani

TERNA Arbitra Giovanni Nicoletti di Catanzaro, coadiuvato dagli assistenti Antonaglia (Roma) e Gambini (Firenze)

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quella contro il San Nicolò è una sfida fondamentale, una di quelle che – se non possono dare il senso a una stagione – possono attenuarne il giudizio (ad ora, negativo). In campo due cambi rispetto all’undici canonico, con Borghetti (infortunato) e Viti che lasciano il posto a Fedi e Botticini.

Prima della gara sfilata delle giovanili rossoblu: ci sono i giovanissimi cadetti (campioni di categoria), i giovanissimi regionali, e gli allievi regionali (appena arrivati alle fasi nazionali). I ragazzi passano sotto la curva, applauditissimi.

Ai diversi ex rossoblu in tribuna centrale (Fanesi, Piccioni, Ianni, Traini, Galli), si affiancano i giocatori della Samb Beach Soccer, presenti in Curva Nord. Uno stadio rossoblu a tutti i livelli.

Molto compatto il San Nicolò, che – in fase di non possesso – si schiera con tutti gli effettivi davanti al centrocampo rossoblu. l modulo è speculare a quello dei rossoblu: un 4-4-2 con gli esterni molto alti in fase di possesso.

La Cruva Nord canta “Bruceremo Ascoli Piceno”, in una sorta di moderna “Delenda Carthago”. Una maggiore conoscenza della storia romana indurrebbe a più miti consigli: la distruzione di Cartagine portò al progressivo indebolimento di Roma, rimasta senza avversari. Insomma: più che distruggerla, bisognerebbe raggiungerla e superarla.

5′ Punizione di Napolano, dal limite: respinge la barriera. Sull’azione successiva lancio di paulis per Tozzi Borsoi, che riesce ad anticipare lupinetti in uscita, mandando il pallone ad un passo dalla porta. Occasionissima per i rossoblu.

8′ Cross di Padovani per Tozzi Borsoi, che va a terra sulla marcatura di Micolucci. Il giocatore lamenta una fantomatica trattenuta (gli estremi per il rigore non c’erano).

9′ Lunghissima discesa di Mozzoni, che fa 60 metri palla al piede e prova a sorprendere Fulop con un pallonetto: palla bloccata. Sull’azione successiva, tiro – da posizione molto defilata – di Chiacchiarelli (di poco a lato).

13′ Lancio di Baldinini per Padovani, che scatta in posizione regolare ma non riesce a raggiungere il lancio – fuori misura.

16′ Calcetto di Tozzi Borsoi ai danni di De Santis, reo di non essersi fatto sfilare il pallone. L’attaccante rossoblu sembra – se non nervoso – leggermente impaziente.

La due squadre sono molto corte, e rendono complicatissimo il dipanarsi di adeguate manovre offensive, da una parte e dell’altra. Un equilibrio perfetto, ma molto fragile: le due squadre rischiano molti uno contro uno, e basta un piccolo errore per sparigliare le carte.

Sui lanci di Fulop Baldinini e Napolano si alzano molto, in linea con i due attaccanti: si crea una situazione di uno contro uno con i quattro difensori, ma la difesa abruzzese è attenta.

Ora San Nicolò molto più aggressivo: i due esterni giocano molto più avanzati, alle spalle del centrocampo rossoblu, con Stivaletta (sseconda punta) tra le linee. I due centrali di centrocampo (Petronio e De Santis) ora non cercano più il fraseggio, ma tentano la transizione veloce, verticalizzando velocemente verso i due esterni (che sono uomo contro uomo coi terzini rossoblu). vallorani e Botticini stanno dando buona prova in anticipo, per ora.

25′ Primo duello vinto sugli esterni, prima occasione per gli ospiti: Chiacchiarella evita l’intervento di Vallorani e serve l’inserimento di Petronio, che mette in mezzo; Stivaletta salta altissimo, ma sfiora solo.

27′ Contropiede di Tozzi Borsoi, atterrato da Micolucci: primo giallo di giornata. Pochi secondi dopo, ammonizione anche per Paulis (molto nervoso).

33′ Ammonito Tozzi Borsoi per simulazione: il giocatore, sul cross di Napolano, ha controllato di testa per poi andare a terra sul contatto con Micolucci, fortemente accentuato; ammonizione giusta, in definitiva, dato che ci aveva già provato ad inizio gara.

37′ Brivido nella retroguardia rossoblu: sul cross di Chiacchiarella Pepe finta il colpo di testa e lascia scorrere, rischiando di sorprendere Fulop. Il portiere riesce a conquistare il pallone in uscita.

I centrocampisti rossoblu adesso difendono molto più bassi, per dare man forte ai due terzini (messi in difficoltà dagli esterni abruzzesi). Si aprono molti spazi in contropiede, ma il San Nicolò palleggia bene, mantenendo il possesso. In fase offensiva la squadra di Paolucci si vede tarpare le ali, in tutti i sensi, con Napolano e Baldinini tagliati fuori dal gioco – o troppo arretrati per essere un fattore in fase offensiva.

Napolano ora si accentra molto di più, alla ricerca di palloni giocabili. In alcune fasi agisce da vero trequartista, con Vallorani che cerca di dare ampiezza. Solo molta confusione, finora; le due squadre si sono allungate, ma coprono molto ordinatamente.

44′ Altra occasione clamorosa per i rossoblu: Padovani si libera di Mbodj sul lato corte dell’area piccola, e serve Baldinini: l’esterno, imbarazzato dal controllo, non tira immediatamente, ed è costretto a metterla sul sinistro; palla ribattuta, tenuta viva da Tozzi Borsoi, poi tentativo di Napolano: Lupinetti blocca.

Fine primo tempo. Partita solida e attenta da parte di entrambe le squadre, attente soprattutto a mantenere gli equilibri. Ai punti meglio il San Nicolò, in mezzo al campo, ma la Samb si sta mangiando le mani per le due occasioni ad inizio e a fine primo tempo. 

Inizio secondo tempo. Nessun cambio nelle due squadre.

47′ Bellissima copertura di Pepe, che intercetta un pallone destinato a Bartolini – che sarebbe stato solo davanti a Fulop. Forse c’era fuorigioco, comunque.

49′ Tacco sciagurato di Mozzoni, che finisce col far scorrere il pallone per Padovani: l’attaccante riceve sull’esterno e appoggia per l’arrivo di Botticini, che mette in mezzo; Pretara sbaglia l’intervento di testa, e la palla arriva a Napolano, raddoppiato: dribbling canonico (finta del destro e palla sul sinistro) letta bene dal terzino, che copre col corpo. Napolano non aspetta altro per andare morbidamente a terra, ma l’arbitro, vicinissimo, gli intima di alzarsi.

54′ Equilibrio fragile, equilibrio spezzato: sfuma l’azione offensiva dei rossoblu, col tiro di Carteri, contrastato, che finisce nella terra di nessuno e arriva a Stivaletta, atterrato da un intervento durissimo di Fedi. La difesa rossoblu era schierata, ma l’attaccante – superato l’avversario – sarebbe stato a tu per tu con Fulop. Per l’arbitro è chiara occasione da gol, e arriva il rosso. SAMB IN DIECI.

Carteri – rimasto a terra sul contrasto precedente – viene soccorso dai medici.

56′ Fallo di Valim su Botticini, che se la prende: scintille.

Ora Samb col 4-4-1: Vallorani va centrale in difesa, con Baldinini che scivola sull’out di sinistra, in posizione di terzino. Sulla fascia destra va Padovani, con Napolano che resta a sinistra e Tozzi Borsoi attaccante centrale.

57′ Altra azione dei rossoblu, con Carteri che prova il tiro dal limite: palla fuori. Il centrocampista chiama il tifo, che ora dovrà colmare il deficit numerico in mezzo al campo. Sul contropiede tiro violento di Chiacchiarelli, respinto da Fulop in corner.

58′ Fuori De Santis per Moretti.

60′ Secondo rilancio consecutivo sbagliato da Fulop: la palla arriva a Chicchiarelli, atterrato da Napolano; il fantasista rossoblu viene ammonito.

63′ Fuori Napolano per Borghetti, in campo nonostante la febbre. Il capitano va nel cuore della difesa, con vallorani che torna a sinistra e Baldinini che si alza a centrocampo.

Partita anonima del 10 rossoblu, che ha sbagliato completamente l’interpretazione della gara.

65′ Fallo di mano di Bartolini, graziato dall’arbitro. Sull’azione successiva, altro fallo di Mbodj, vicino la lunetta dell’area: difensore ammonito, punizione importantissima per i rossoblu – che però non hanno più Napolano.

Espulso un uomo della panchina rossoblu, per proteste. Tozzi Borsoi va al tiro, ma manda alto.

70′ Azione insistita del San Nicolò, che ci prova con Chiacchiarelli (respinta di Pepe), e con Bartolini (anticipato di un soffio); la palla si alza, e Fulop la allontana con un’uscita un po’ confusa, ma efficace.

72′ Cross di Valim per Moretti, che anticipa tutti e tocca il pallone quel tanto che basta per metterlo in rete: uno a zero San Nicolò! Gol pesantissimo per gli ospiti. ALLA SAMB SERVE UN GOL PER PORTARLA AI SUPPLEMENTARI.

Dentro D’Angelo per Pepe:

86′ Altro contropiede del San Nicolò, altro fallo disperato dei rossoblu; la difesa manca completamente la copertura preventiva e Stivaletta si trova a tu per tu con Fulop, che esce a valanga fuori area: altro rosso, sacrosanto. SAMB IN NOVE

Dentro Marani per Paulis. Punizione di Batolini, altissima.

Adesso partita nervosissima, coi giocatori che si prendono quasi a calci a metà campo. Petronio – molto aggressivo – prova a vendicare Chiacchiarella, atterrato, mentre un giocatore abruzzese, dalla panchina, prova a nascondere il pallone appena uscito; nel frattempo, Paolucci viene espulso per proteste. Partita sfuggita completamente di mano all’arbitro.

83′ Occasionissima per la Samb, con Padovani che si libera in piena area e serve Tozzi Borsoi: tiro respinto.

85′ Scontro tra Valim e botticini: fallo da giallo, seguendo il metro di giudizio della partita, ma l’arbitro non punisce il centrocampista ospite. Sul capovolgimento di fronte Padovani si libera sull’esterno, venendo atterrato da Pretara (ammonito). Punizione di D’Angelo per tozzi Borsoi, che colpisce contrastato da un difensore: palla inoffensiva.

Ora ogni fallo porta ad nugulo di giocatori intorno al pallone, con relative proteste e perdite di tempo.

90’+2 Dentro Gabrielli per Valim. Sette minuti di recupero: nel frattempo Mbodj si butta giù sul salto di Tozzi Borsoi, e l’arbitro assegna il fallo. Il difensore resta a terra, mentre Carteri prova a trascinarlo fuori dal campo. Altre proteste.

90’+3 Lancio lungo per Tozzi Borsoi, fermato dalla spinta di gabrieli (che la tocca di mano, in piena area). L’arbitro non vede – sarebbe stato rigore, solare – e sul contropiede accade di tutto. I rosssoblu (memori dello stile Jesina) tirano un pallone in campo, ma Petronio lo prende e lo rilancia senza che l’arbitro vedesse nulla: la palla arriva proprio a Gabrieli, in contropiede; Borghetti scivola sul tiro dell’abruzzese, con un intervento al limite (ma probabilmente pulito): l’arbitro – molto distante – assegna il calcio di rigore. Sulla palla va Chiacchiarelli, che batte Marani: DUE A ZERO SAN NICOLO’

Sta succedendo di tutto, e l’arbitro non ci sta capendo più nulla: estrae un paio di cartellini a caso, l’ultimo a Vallorani.

Nel frattempo la Curva Nord si avvicina minacciosamente alle barriere che danno sul campo, al punto che polizia e carabinieri (in tenuta antisommossa) sono costretti ad andare a bordocampo.

Triplice fischio finale, la polizia entra in campo e scorta l’arbitro con una formazione a testuggine (tanto per tornare in tema di storia romana). 

In campo ci sono più forze dell’ordine che addetti ai lavori, al momento. In curva e in tribuna la situazione è tesissima, ma non si ravvisano lanci di oggetti. A parte un tifoso, a cavalcioni sulla porta in plexiglas, non sembrano esserci tentativi di ingresso in campo. A bordocampo, Bucci è nervosissimo (tanto da dover essere allontanato a forza da altri dirigenti). Nel frattempo il San Nicolò fa le foto di rito, con dietro il settore vuoto (dall’abruzzo sono arrivati in poche decine)

In campo sono rimasti solo i carabinieri, adesso. Tutta la curva ora è sulla porta in plexiglas che dà al campo, dove viene lanciato un bicchiere pieno d’acqua.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 7.663 volte, 1 oggi)