GROTTAMMARE – Spiaggia libera con servizi per i quattrozampe di famiglia. Inizieranno presto i lavori per attrezzare la Grottammare Dog Beach 43° Parallelo: la giunta comunale ha approvato venerdì scorso il progetto che darà esecuzione alla proposta finanziata interamente con fondi privati.

La Grottammare Dog Beach sorgerà sull’attuale area marina riservata ai cani, nella prima spiaggia libera a sud del Tesino. Il progetto e i fondi per rendere più accogliente e fruibile lo spazio sono dell’associazione “43° parallelo Italy” che in questo modo prosegue nella sua opera di valorizzazione della città con proposte originali di accoglienza. Due giovani hanno lavorato all’idea progettuale, l’architetto Roberta Schifone e l’ingegnere ambientale Roberto Marcozzi, che con la supervisione dell’architetto comunale Giacomo Marinelli ha ottenuto il benestare della Soprintendenza Belle arti e Paesaggio di Ancona.

La Grottammare Dog Beach occuperà 1428 mq di superficie. Interamente recintata, potrà accogliere, in due distinte zone, cani di piccola (414 mq) e di grande taglia (1014 mq). L’area sarà caratterizzata da una piccola aiuola servizi dove saranno presenti una fontana di acqua potabile e una doccia, un contenitore per la raccolta dei rifiuti, un distributore di palette e sacchetti, un distributore di cibo per cani. L’ingresso della spiaggia corrisponde all’attuale posizione della scultura in travertino raffigurante un cane seduto (h 180 cm), realizzata dal giovane grottammarese Donato Gentili. L’accesso verrà segnalato ulteriormente con un’ insegna a totem, piantumazione di tamerici e pitosforo e pannello informativo. Materiali e attrezzature di arredo sono in perfetta sintonia con il contesto ambientale: travertino per le sedute in spiaggia, acciottolato di fiume per le aiuole  e recinzioni con rete di pescatori. Le opere saranno eseguite dal servizio Manutenzioni.

“Da anni, a sud della foce del Tesino, esiste uno spazio destinato agli amici a quattro zampe, ma rimasto sempre in uno stato di abbandono, con disappunto dei turisti che lo immaginavano con un minimo di organizzazione e di accoglienza – sostiene Marcello Iezzi, portavoce dell’associazione – , ma anche degli stessi residenti. Da qui l’idea di progettare e realizzare uno spazio adeguato, in stretta collaborazione con il Comune”.

L’area marina per i cani è stata istituita dal consiglio comunale nell’anno 2010, rispondendo a una necessità segnalata dall’associazione animalista L’Amico Fedele, avvalorata da una  petizione. L’istituzione portò subito un riconoscimento per la città di Grottammare, che ottenne  il titolo di Comune Animal Friendly nel febbraio 2011. All’epoca però la spiaggia era solo uno spazio indicato da un cartello. Oggi l’ulteriore passo avanti con il progetto dell’associazione “43° parallelo Italy”.

“L’associazione 43 Parallelo di Grottammare, dopo aver donato al comune di Grottammare il Dream Point (prestigiosa scultura del M° Francesco Santori, inaugurata il 5 maggio del 2012), che si trova lungo la pista ciclo pedonale Grottammare-Cupra Marittima – ricorda Iezzi –  ha deciso di realizzare un’altra importante opera di cui La Perla dell’Adriatico sente la necessità: uno spazio attrezzato, a libero utilizzo, per i cani. Con il contributo di operatori del turismo, della ristorazione, del vivaismo locale e di imprenditori, l’associazione fornirà tutto il materiale necessario per mettere in opera il progetto, approvato nei giorni scorsi dalla Soprintendenza delle Marche.”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.031 volte, 1 oggi)