Macerata 63 – Ascoli 62

Macerata: Antonante 8, Cannas 3, Zamponi, Severini 1, Foresi 4, Core, Thiam 20, Mazzoleni 7, Piergiacomi, Torregiani 3, Tiberi 14. All:Gnecchi

Ascoli: Lawson 21, Pebole 19, McPherson, Luzi, Cummings 2, Afatsawo 14, Williams 5, Belardinelli, Ferranti, Danieli 1. All:Aniello

MACERATA – Termina a Macerata il sogno della truppa bianconera di giocare la finale, un sogno che era diventato anche quello delle oltre duecento persone che avevano seguito le gare casalinghe dei giovani bianconeri di coach Aniello durante questi playoff.

Complimenti ed in bocca al lupo al Basket Maceratese che affronterà in finale il Campetto Ancona. Le due partite di questa semifinale sono state molto equilibrate e di una intensità molto più alta di quelo che si può immaginare in un normale match di serie D.

Nella seconda sfida Macerata è stata quasi tutta la gara avanti nel punteggio, Ascoli con una difesa eccellente nel quarto periodo (8-18) è riuscita ad arrivare fino a sole due lunghezze a 29 secondi da termine, senza però completare la rimonta.

Con un pò di amaro in bocca il team del presidente Banson abbandona la lotta per il titolo, consapevole di aver dato spazio a giovani italiani e stranieri che si sono messi in luce e sono migliorati molto nel corso della stagione; un progetto che ha visto utilizzare in un campionato senior una rotazione di cinque under 17 e sei under 19, chiaro segno di continuità e crescita del movimento ascolano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 180 volte, 1 oggi)