SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Rilevatori automatici installati sui pali d’illuminazione pubblica monitoreranno i valori dei decibel sul lungomare di Grottammare. L’ambizioso progetto, che entrerà in funzione già la prossima estate, verrà presentato in occasione del convegno “Smart City”, organizzato dal Club degli Incorreggibili Ottimisti.

Si passerà da una metodologia repressiva ad un sistema “democratico”. I dati sonori verranno identificati, raccolti e segnalati alla Polizia Urbana. Motivo per cui sarà proprio il sindaco di Grottammare uno dei relatori dell’appuntamento, assieme al dottor Giulio Salvadori del Politecnico di Milano, al Rettore dell’Università di Camerino Flavio Corradini, a Riccardo Angelini e Tom De Alessandri della Iren Servizi e all’assessore all’Innovazione del Comune di Parma, Giovanni Marani.

Il convegno si svolgerà giovedì 21 maggio alle 17.30 presso l’Hotel Progresso. “Le smart city rappresentano un’opportunità economica”, spiegano gli organizzatori. “Grottammare è l’unica città di piccole dimensioni che ha attuato applicazioni reali. Da questa iniziativa intendiamo far uscire idee nuove. Si può cambiare il modo di concepire la gestione delle zone blu, degli autobus, dell’accessibilità agli anziani e ai disabili”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 687 volte, 1 oggi)