Intervista video di Pier Paolo Flammini. Montaggio di Vincenzo Ingiulla.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il grido di “onestà” (un po’ sulla scia di quello per Rodotà, due anni or sono) comincia a farsi largo attorno alle 21: sul palco ci sono il candidato presidente Gianni Maggi e i rappresentanti del Piceno in corsa al consiglio regionale.

I Cinque Stelle si ritrovano domenica sera in Viale Secondo Moretti. Diverse bandiere sventolate e slogan trascritti su decine di cartoncini: “Il cittadino che aiuta il cittadino”, si legge.

Quando Luigi Di Maio arriva, in centro si contano oltre 1500 persone. Nessuno è lì di passaggio; i flash non si contano, come gli applausi.

“Io sono uno di voi – dice il vicepresidente della Camera – il giorno in cui il Paese tornerà alla normalità non ci sarà più bisogno di noi. Non siamo la normalità, siamo l’anomalia. Non servono le leggi per comportarsi meglio. Possiamo scegliere noi stessi di essere corretti e civili. Basterebbe ad esempio non presentare condannati e indagati. Abbiamo bisogno di persone su cui non pendano dei dubbi. Mi dicono: sì, ma ha vinto le primarie, cosa possiamo farci? Da noi se sei indagato non ti candidiamo nemmeno alle primarie”.

In vista del 31 maggio, il timore dei grillini ha le sembianze dell’astensione. A detta di Di Maio è lo stesso Governo a volerla favorire: “Vanno al voto sette regioni, hanno indetto le consultazioni a ridosso del ponte del 2 giugno. Gli spot in tv sono pochissimi, sanno bene che possono vincere se la maggioranza si asterrà. Qualora i cittadini andassero a votare, loro sarebbero una piccola parte del Paese”.

A proposito del suo incarico a Montecitorio, Di Maio si inchina solamente a Sandro Pertini (“l’unico degno a sedere su quella poltrona”), mentre è duro l’attacco a quei Comuni che concedono appalti a cooperative esterne al territorio. “Da diverse parti abbiamo istituito albi per cittadini e disoccupati. Ci si può iscrivere e noi attingiamo da lì se c’è bisogno di lavoro, senza bisogno di mega-appalti. Non è onesta, è normalità”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.305 volte, 1 oggi)