FERMO – Intorno alle 19.45 del 7 maggio si è verificato un episodio di criminalità. Vicino al parcheggio della piscina comunale di Porto Sant’Elpidio, una donna era all’interno della propria autovettura quando all’improvviso si è vista scippare la borsa che teneva appoggiata sul sedile accanto del guidatore. Un giovane aveva con destrezza aperto la portiera e sottratto la borsa scappando poi a piedi.

La donna ha cominciato a chiedere aiuto a dei passanti che hanno immediatamente allertato una pattuglia della Polizia. Gli agenti, dopo aver rilevato descrizioni dello scippatore, hanno cominciato a sospettare di un individuo già noto per questi episodi.

In serata l’hanno trovato, seppur vestito in maniera diversa da quanto riportato dalla donna, e condotto in commissariato per accertamenti. Grazie anche alle tracce lasciate sull’auto al momento del furto, rilevate dalla Polizia Scientifica, e di altri elementi raccolti dall’interrogatorio, i poliziotti hanno ritenuto M. T. M. A., 33enne italiano di origine uruguagia, responsabile dello scippo ed è stato segnalato all’autorità giudiziaria.

Il ragazzo ha collaborato al ritrovamento della borsa che è stata restituita alla proprietaria. Mancava soltanto il denaro contante, probabilmente già speso dal giovane.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 766 volte, 1 oggi)