GROTTAMMMARE – Novità per l’estate grottammarese: il mercatino “De le Grotte” cambia giorno e contenuti: dal lunedì passa al martedì e dal semplice commercio si qualifica per dare spazio all’artigianato e al faidate creativo. Con l’ apertura di una selezione pubblica per raccogliere adesioni di partecipazione, il Comune riprende in mano la gestione – in passato esternalizzata – e avvia ufficialmente la riqualificazione del tradizionale mercatino serale estivo del centro cittadino.

Artigiani, hobbisti e quanti realizzano opere e creazioni del proprio ingegno (c.d. OPI) sono invitati a presentare domanda di ammissione entro il 30 maggio. Sono tre, infatti, le categorie che potranno far parte dell’esposizione mercatale che si replicherà ogni martedì dal 30 giugno al 1° settembre, per un totale di 10 date.

Le domande che perverranno andranno a formare, secondo criteri prestabiliti, tre distinte graduatorie da cui l’ufficio Sviluppo economico attingerà per l’assegnazione dei posteggi (da 3 a 6 metri), procedura che, comunque, rispetterà le seguenti quote: 23 per la tipologia “Artigiani”, 20 per la tipologia “hobbisti”, 10 per la tipologia “OPI”.

La riqualificazione del mercatino estivo asseconda anche esigenze di cassa: la gestione diretta, infatti, permetterà di incassare un introito presunto complessivo di oltre 12 mila euro, di cui 800 per riscossione Cosap (0,14 € per mq, al giorno), il resto come quote di partecipazione (da 15 a 30 € al giorno a seconda della categoria di appartenenza, quota comprensiva di energia elettrica).

Gli interessati potranno anche presentare domanda di adesione “multipla”, che consiste nella possibilità di associarsi (fino a un massimo di tre espositori), ripartendo cioè le 10 date tra più partecipanti.

I modelli di domanda possono essere richiesti all’ufficio Sviluppo economico (II piano palazzo municipale)  o scaricati dal sito internet del comune, direttamente dalle News in prima pagina del sito www.comune.grottammare.ap.it. Info ai numeri: 0735.739225-239.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 939 volte, 1 oggi)