MARTINSICURO – Si sono ritrovati di buon mattino e, armati di guanti, rastrelli e buste, hanno iniziato a ripulire la parte sud dell’arenile truentino. Circa trenta i cittadini che hanno raccolto l’invito di Mario Silvestrone, fotografo e cantante martinsicurese, che si sono dati appuntamento domenica 3 maggio sul lungomare sud della città per l’iniziativa “Puliamo la spiaggia di Martinsicuro”. Hanno iniziato nei pressi del campeggio Duca Amedeo per poi proseguire su buona parte del biotopo.

“C’è ancora molto lavoro da fare – dice Silvestrone – bisognerebbe organizzare altre giornate come questa. I volontari hanno rimosso tantissimo materiale spiaggiato, tra cui anche un copertone di grandi dimensioni, portato con ogni probabilità dalle correnti dei fiumi. Ma anche tanti sacchetti di plastica con vari tipi di rifiuti da attribuire, in questo caso, alla maleducazione delle persone.”

Presenti all’iniziativa anche alcuni rappresentanti politici della città: Concetto Di Francesco (segretario della locale sezione Udc), Luca Luzii (membro del direttivo del Pd) e diversi esponenti del Movimento 5 Stelle.

L’iniziativa è stata lodata anche dal sindaco Paolo Camaioni che su facebook scrive: “Credo sia giusto esprimere gratitudine nei confronti di quei cittadini che, con una buona dose di generosità e senso civico, hanno impegnato una mattinata festiva per la pulizia della spiaggia nella zona sud di Martinsicuro. Quando l’esempio concreto prende il posto della lamentela fine a se stessa, tutta la cittadinanza ne trae giovamento”.

Il primo cittadino rispedisce, però, al mittente alcune critiche fatte nei confronti della sua amministrazione sul tema della pulizia dell’arenile: “Allo stesso modo, ritengo particolarmente ingeneroso che si continui a parlare di inerzia dell’amministrazione comunale, atteso che da questa parte si sta mettendo in campo tutto l’impegno possibile al fine di coordinare il lavoro di tutti i soggetti coinvolti nelle operazioni di ripristino della spiaggia.

Ricordo che il nostro arenile ha una lunghezza di 6.500 metri, che il quantitativo di materiale portato dai fiumi Tronto e Vibrata è sempre rilevante e non semplice da smaltire e che anche nel fine settimana appena trascorso i miei assessori hanno prodotto uno sforzo importante per ridurre l’impatto dei cumuli di spiaggiato soprattutto nella zona dell’approdo e della Casa Bianca.

Ricordo, infine, che l’associazione Città Attiva, di concerto con l’amministrazione comunale, ebbe a promuovere due iniziative simili il 17 Giugno 2012 (PuliAmo la nostra Città) ed il 17 Novembre 2013 (PuliAmo la nostra spiaggia). Bello prendere atto che non sono rimaste isolate: sono convinto che anche quest’ultima, bella dimostrazione di attaccamento alla Città sia destinata a fare proseliti. Bravi davvero!”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.086 volte, 1 oggi)