Queste le 9 squadre dei rispettivi Gironi di Serie D già promosse in Lega Pro (Serie C riunificata) o in testa al proprio Girone ad una giornata dalla fine:
Girone A (a 20 squadre) : Cuneo *;
Girone B (a 19 squadre per il ripescaggio del Sondrio) : Castiglione;
Girone C : Padova (ora denominato dopo il fallimento Biancoscudati Padova) ;
Girone D (a 20 squadre): Rimini ;
Girone E: Siena (ora denominato dopo il fallimento Robur Siena) *;
Girone F: Maceratese ;
Giroone G: Lupa Castelli Romani
Girone H : Fidelis Andria;
Girone I : Akragas .
In neretto le squadre matematicamente promosse in Lega Pro
*= squadre in testa al proprio Girone ma non ancora matematicamente promosse in Serie C.
Le 9 vincitrici dei rispettivi gironi si giocheranno poi lo Scudetto Dilettanti

RECANATI-La 33a Giornata (16a di ritorno) della Serie D Girone F è andata in archivio con 5 successi (di cui 2 esterni) e 4 pareggi; 23 (di cui 2 su rigore) le reti messe a segno in questo 33° turno. Unica doppietta di giornata quella di Ettore Padovani (Samb).
La Maceratese (al 33° risultato utile consecutivo, unica squadra imbattuta di tutti i primi 4 campionati italiani: dalla Serie A alla Serie D) batte di misura tra le mura amiche dell’Helvia Recina l’Olympia Agnonese (che ad oggi sarebbe retrocessa visto i 10 punti di distacco dalla 13a) ed è matematicamente promossa in Lega Pro (Serie C riunificata) con una giornata d’anticipo. La squadra biancorossa dunque torna in Serie C dove manca dalla stagione 2000/01 (quando retrocedette dalla C2, 4a Serie). Mentre dalla Serie C riunificata (3a Serie , che esisteva prima che si formassero Serie C 1 e C2 che nacquero nella stagione 1978/79) manca dalla stagione 1972/73.
Intanto in coda la Vis Pesaro (al 3° ko consecutivo, il 2° di fila in casa), penultima, come il Celano , qualche settimana fa, retrocede matematicamente e direttamente in Eccellenza non potendo più ad una giornata dal termine migliorare il suo distacco dalla 13a (che doveva essere inferiore agli 8 punti ed ora invece è di -12) e dunque disputare i play out.

RISULTATI 33A GIORNATA (16A DI RITORNO) DELLA SERIE D GIRONE F DI DOMENICA 3 MAGGIO 2015:
Campobasso-Civitanovese 2-2 (21’Shiba [Ci], 33’Todino [Ca], 81’Margarita [Ci], 86′ Simone Miani [Ca] su rigore. All’85’espulso Mioni della Civitanovese per fallo di mani in aria di rigore con cui ha interrotto salvando sulla linea di porta una chiara occasione da gol, punita dal penalty per i locali)
Castelfidardo-Giulianova 1-1 (5’Marco Mariani [G], 74’Nicolò Severini [C])
Chieti-Alma Juventus Fano 1-2 (24′ Gucci, 50′ Broso [C], 94’Torta. Al 95’espulso Prinari del Chieti per gioco falloso)
Fermana-Jesina 1-0 (74’Gibellieri)
Maceratese-Olympia Agnonese 1-0 (59’Kouko)
Matelica-Celano 1-1 (17’Castaldo [C], 60′ autorete di Castaldo [M]. Al 62′ espulso lo stesso Castaldo del Celano per doppia ammonizione)
Recanatese-Samb 2-2 (20’e 31’Padovani [S], 54’Giorgio Galli [R] su rigore, 70’Marolda [R])
San Nicolò Teramo-Amiternina 2-1 (47’Shipple [A], 77’Federico Moretti, 84’Valim)
Vis Pesaro-Termoli 1-2 (36’Mauro Ragatzu, 89′ Evacuo [V.P.], 95’Vitale. Al 44′ espulso direttamente dalla panchina Pangrazi della Vis, per proteste condite da frase offensiva all’indirizzo del direttore di gara )

CLASSIFICA: Maceratese * 77, Alma Juventus Fano @ 73, SAMB @ 60, Campobasso @ 56, Chieti e Civitanovese 50, San Nicolò Teramo 49, Giulianova e Matelica 44, Fermana 42, Jesina 41, Termoli e Recanatese 38, Amiternina 35, Castelfidardo 31, Olympia Agnonese 28, Vis Pesaro ^ 26, Celano Marsica ^ 17.
*= Matematicamente promossa in Lega Pro (Serie C riunificata) con una giornata d’anticipo.
@= Disputeranno Play Off
^= Matematicamente retrocesse in Eccellenza.

Manca una giornata al termine ma se il campionato fosse finito oggi sarebbe così:

Maceratese promossa in Serie C (Lega Pro).

Play Off 1a fase in gara unica (in casa della meglio classificata nella Regular Season) domenica 17 maggio ore 16 al Nuovo Romagnoli tra 4a e 5a classificata: Campobasso-Chieti. In caso di parità al termine dei 90 minuti regolamentari vi saranno i supplementari per decretare la vincente. Se il pareggio persisterà passerà alla fase successiva la squadra meglio classificata al termine del campionato, ossia quella che gioca in casa. Sarà così anche per le fasi successive compresa la finale (3a Fase).
La vincente affronterà mercoledì 20 maggio (2a Fase) al Riviera delle Palme la Samb (3a).
A sua volta la vincente della 2a fase affronterà nella finale (3a Fase) di domenica 24 maggio al comunale Raffaele Mancini l’Alma Juventus Fano (2a). La vincente dei Play Off del Girone F naturalmente approderà alla Fase Nazionale con le vincenti degli altri 8 Gironi di Serie D.
Spieghiamo che il Chieti pur essendo 5° a pari punti (50) con la Civitanovese risulta davanti ai rossoblu in classifica in quanto meglio messo negli scontri diretti (2-2 a Chieti ed 1-2 per i neroverdi a Civitanova).

Play Out in gara unica domenica 24 maggio ore 16 in casa della migliore classificata nella Regular Season: Amiternina (14a)-Castelfidardo (15°).
Chi perde retrocede in Eccellenza, chi vince si salva. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari verranno disputati i supplementari, persistendo la parità retrocederà le squadrla squadra peggio classificata al termine della stagione regolare.
Si giocherebbe un solo spareggio play out in quanto l’Olympia Agnonese (16a) ha 10 punti di distacco dalla 13a (Recanatese). E per disputare i Play Out i punti di distacco debbono essere inferiori ad 8.
Dunque la Recanatese sarebbe salva e l’Agnonese retrocederebbe direttamente in Eccellenza.
Termoli pur essendo 12° a pari punti (38) con la Recanatese risulta davanti ai leopardiani in quanto meglio messo negli scontri diretti (avendo vinto per 2-1 entrambe le partite di andata e ritorno).

Olympia Agnonese, Vis Pesaro e Celano Marsica direttamente retrocesse in Eccellenza.

PROSSIMO TURNO, 34a ed ultima Giornata (17di ritorno) di Domenica 10 maggio 2015 ore 15:
Alma Juventus Fano-Matelica (All’andata 1-0)
Amiternina-Fermana (0-3)
Celano Marsica-Vis Pesaro (0-2)
Civitanovese-San Nicolò (1-1)
Giulianova-Maceratese (1-1)
Jesina-Recanatese (0-0)
Olympia Agnonese-Chieti (1-3)
Samb-Castelfidardo (2-1)
Termoli-Campobasso (1-2)

All’andata al Comunale Galileo Mancini di Castelfidardo è finita 1-2 (6′ Nicolò Severini [C], 25′ Tozzi Borsoi su rigore, 57’Tozzi Borsoi) per la Samb.
La scorsa stagione al Riviera delle Palme in Eccellenza Marche è finita 2-1 (5’Borghetti, 33’Piccioni, 72′ Sbarbati [C]) sempre per i rossoblu allora guidati da Mosconi.

CLASSIFICA MARCATORI:
In testa alla classifica marcatori c’è Andrea Sivilla dell’Alma Juventus Fano con 20 gol (di cui 3 su rigore)

Alle sue spalle troviamo Amodeo della Civitanovese con 18 reti (di cui 7 su rigore).

Completa attuale podio Vittorio Esposito del Chieti con 17 gol (di cui 6 su rigore)

Alle spalle del podio c’è Tozzi Borsoi della Samb con 16 centri (di cui 8 su rigore)

Poi troviamo Simone Miani del Campobasso con 15 reti (di cui 3 su rigore).

Seguono poi Gucci dell’Alma Juventus Fano e l’ivoriano Kouko (4 rigori trasformati) della Maceratese con 14 gol ciascuno .

Dietro di loro c’è Napolano della Samb con 13 reti (di cui 5 su rigore).

Seguono poi: D’Antoni (2 rigori trasformati) e Ferri Marini della Maceratese ed Armando Iaboni (2 rigori trasformati) del San Nicolò Teramo con 12 gol ciascuno.

A seguire Degano della Civitanovese e Giorgio Galli (6 rigori trasformati) della Recanatese con 11 centri a testa.

Poi seguono Marco Mariani (3 rigori trasformati) del Giulianova, Pedalino (2 rigori trasformati) della Fermana e Todino del Campobasso con 10 reti ciascuno.

Poi troviamo Broso del Chieti, Bugaro (6 rigori trasformati) della Vis Pesaro, Marolda della Recanatese, Federico Moretti del San Nicolò Teramo e Michael Traini (2 rigori trasformati) della Jesina con 9 centri ciascuno.

A seguire: Baldinini della Samb, Buongiorno del Celano Marsica, De Iulis della Vis Pesaro, Di Gennaro del Campobasso, Pintori (un rigore trasformato) della Civitanovese, Torbidone (4 rigori trasformati) dell’Amiternina e Trudo della Jesina con 8 gol a testa.

Seguono poi: Enrico Bartolini (un rigore trasformato) del San Nicolò Teramo, Gaetani del Giulianova e Ricamato (2 rigori trasformati) dell’Olympia Agnonese con 7 centri ciascuno.

A seguire poi Alex Ambrosini (2 rigori trasformati) del Matelica, Carteri della Samb, Chiacchiarelli (un rigore trasformato) del San Nicolò Teramo, Evacuo della Vis Pesaro, Margarita (un rigore trasformato) della Civitanovese, Nassi del Giulianova e Mauro Ragatzu del Termoli con 6 reti a testa.

Dietro di loro troviamo: Bisegna (un rigore trasformato) del San Nicolò Teramo, Borrelli e Sartori dell’Alma Juventus Fano, Castaldo del Celano Marsica, Cavaliere (3 rigori trasformati) del Castelfidardo, Di Paola della Samb, Nazziconi ed Omiccioli della Fermana, Francesco Orlando del Chieti, Cristian Pazzi del Matelica, Saltarin dell’Olympia Agnonese e Valim (1 con la maglia della Samb e 4 con quella del San Nicolò) con 5 gol ciascuno.

A seguire: Cantoro (2 rigori trasformati) dell’Olympia Agnonese, Croce della Maceratese, Felici del Termoli, Frulla e Pierandrei della Jesina, Lazzarini del Campobasso, Padovani e Pepe della Samb, Sbarbati (un rigore trasformato) del Castelfidardo, Stivaletta del San Nicolò Teramo, Torta dell’Alma Juventus Fano, Caprioli (3 con la maglia del Termoli ed 1 con quella dell’Amiternina) e Giansante (1 con la maglia del Giulianova e 3 di cui 1 su rigore con quella del Castelfidardo) con 4 centri a testa.

Poi vi sono: Alessandro e Massimo D’Angelo della Samb, Davide Bartolini ed Alfredo Romano (un rigore trasformato) della Maceratese, Cacciatore e Nicola Moretti del Matelica, Carrato (un rigore trasformato) e Valente dell’Amiternina, Censori del Giulianova, Costantino della Fermana, Di Iulio (un rigore trasformato) e Davide Traini della Recanatese, Di Lullo dell’Olympia Agnonese, Di Rito e Domenico Santoro del Termoli, Francia della Jesina, Lagzir e Maschio del Chieti, Minadeo del Campobasso, Mattia Sassaroli dell’Alma Juventus Fano, Shiba della Civitanovese e Riccardo Tassi del Castelfidardo con 3 gol ciascuno.

A seguire Api, Jachetta, Mandorino, Mangiola e Scotini del Matelica, Luca Bellucci, Terrenzio e Valdes della Fermana, Bensaja della Civitanovese, Borghetti della Samb, Calabuig, Antonio De Matteis, Nicolò Esposito, Ferrante, Raparo e Giacomo Romano (un rigore trasformato) del Giulianova, Capparuccia e Nicolò Severini del Castelfidardo, Mattia Cardinali e Nicola Marini della Jesina, Carlini, Corvino, Di Pietro, Giron, Prinari e Vano del Chieti, Cremona, Di Matera (2 rigori trasformati), Giuliano Falco e Mariano Romano del Termoli, De Grazia, Lorenzo Perfetti e Villanova della Maceratese, De Santis e Paris (un rigore trasformato) del San Nicolò Teramo, Di Paolo, Gizzi, Lukasz Lenart e Terriaca dell’Amiternina, Giovanni Dominici, Martini e Zanigni della Vis Pesaro, Fusaro e Vitelli del Campobasso, Pablo Garcia e Roberto Latini della Recanatese, Gesuele dell’Olympia Agnonese, Lo Russo dell’Alma Juventus Fano, Luzi, Marfia e Piccirilli del Celano Marsica, Borgese (una con la maglia della Samb ed una con quella del Matelica) e Vitone (una con la maglia del Matelica ed una con quella del Campobasso) con 2 reti ciascuno.

Seguono: Matteo Agostinelli, Franco Gigli e Narducci della Recanatese, Belkaid, Garaffoni, Alex Marco Marini e Tortelli della Maceratese, Bigoni, Massaccesi, Mengali (un rigore trasformato), Mioni, Passalacqua e Terlino della Civitanovese, Bonifazi, Ruben Carboni, D’Alessandro, Dell’Aquila, Fermani e Simoncelli (un rigore trasformato) del Castelfidardo, Bucciarelli, Gilardi e Iotti del Matelica, Camporeale, Ciro Poziello e Vitale del Termoli, Nicola Cardinali, Filippo Carnevali, Marco Sassaroli, Tafani e Tittarelli della Jesina, Ceolin, il nigeriano Ibe, Pagliuca, Andrea Santoro e Serrone dell’Olympia Agnonese, Andrea Cossu, Cusaro (un rigore trasformato), Andrea Fabiani, Gibellieri, Iacoponi, Misin e Tozzo della Fermana, Cucinotta, Piergiorgio Perfetti e Sbardella del Chieti, D’Adamo, Fabio Ferrara, Mercogliano e Sambu del Celano Marsica, D’Alessandris, Petrone, Santilli e Shipple dell’Amiternina, Di Pasquale, Antonio Falco, Precchiazzi e Sciamanna del Giulianova, Eugenio Dominici, Granaiola, Labriola, Niccolò Rossi e Ruffini della Vis Pesaro, Favo, Marconi e Nodari dell’Alma Juventus Fano, Fazio e Nicolai del Campobasso, Fedi e Franco della Samb e Gabrieli, Mbodj e Mattia Santoni (un rigore trasformato) del San Nicolò Teramo, tutti con un gol a testa.

Autoreti:
2: Fabbri (Vis Pesaro) pro San Nicolò alla 6a giornata e pro Maceratese alla 9a giornata.
Un’autorete a testa: Castaldo (Celano Marsica) pro Matelica, Di Pietro (Chieti) pro Maceratese alla 28a giornata, Giuliano Falco (Termoli) pro Olympia Agnonese alla 25a giornata, Fuschi (Termoli) pro Campobasso alla 17a giornata, Giammarino (Chieti) pro Jesina alla 23a giornata, Labriola (Castelfidardo) pro Olympia Agnonese alla 2a giornata, Maiorano (Termoli) pro Amiternina all’11a giornata, Vittorio Mariani (Amiternina) pro Recanatese alla 30a giornata, Massaccesi (Civitanovese) pro Alma Juventus Fano alla 27a giornata, Micolucci (San Nicolò) pro Alma Juventus Fano alla 14a giornata, Minadeo (Campobasso) pro Recanatese alla 6a giornata, Petrone (Amiternina) pro San Nicolò alla 16a giornata e Rapino (Chieti) pro Matelica alla 9a giornata.

STATISTICHE SERIE D GIRONE F NEL DETTAGLIO DOPO LA 33A GIORNATA:
POSITIVE:
L’unica squadra imbattuta (oltre che del Girone F anche di tutti i primi 4 campionati italiani: dalla Serie A alla Serie D) e dunque con la Migliore e la più lunga Serie Positiva stagionale ed in corso è la Maceratese con 33 risultati utili consecutivi: 22 successi ed 11 pareggi.
In casa come in trasferta oltre alla squadra biancorossa non vi sono altre formazioni ancora imbattute.
Maggior numero di vittorie consecutive in corso: Alma Juventus Fano con 3 successi consecutivi .
La più lunga serie di vittorie consecutive è stata quella di Alma Juventus Fano (dall’11a alla 17a giornata) e Civitanovese (dalla 6a alla 12a giornata) con 7 successi consecutivi a testa.
Miglior attacco: Samb con 68 gol (39 in casa e 29 in trasferta; 13 su rigore) con 14 diversi marcatori : Alessandro (3), Baldinini (8), Borgese (1; poi passato al Matelica), Borghetti (2), Carteri (6), Massimo D’Angelo (3), Di Paola (5; poi passato alla Lavagnese), Fedi (1), Franco(1), Napolano (13 di cui 5 su rigore), Padovani (4), Pepe (4), Tozzi Borsoi (16 di cui 8 su rigore) e Valim (1; poi passato al San Nicolò).
Miglior difesa: Maceratese con 21 soli gol subiti (9 in casa e 12 in trasferta)
Migliore differenza reti : Maceratese con un +39 (60-21).
Maggior numero di vittorie: Alma Juventus Fano e Maceratese con 22 successi a testa.
Maggior numero di pareggi: Chieti e Giulianova con 14 pari a testa.
La squadra che ha fatto più punti in casa è la Maceratese a quota 41, frutto di 12 successi e 5 pareggi interni.
La squadra che ha fatto più punti in trasferta è la Maceratese a quota 36, frutto di 10 successi e 6 pareggi esterni.
La squadra a segno col maggior numero di giocatori è il Giulianova con 15 diversi elementi: Calabuig (2 gol), Censori (3), Antonio De Matteis (2), Di Pasquale (1), Nicolò Esposito (2), Antonio Falco (1), Ferrante (2), Gaetani (7), Giansante (1), Marco Mariani (10 di cui 3 su rigore), Nassi (6), Precchiazzi (1), Raparo (2), Giacomo Romano (2 di cui 1 su rigore) e Sciamanna (1).
Minor numero di espulsioni: Campobasso con soli 4 cartellini rossi rimediati.
Minor numero di ammonizioni: Maceratese con 74 cartellini gialli rimediati.
Migliore media inglese: Maceratese con un + 10.

NEGATIVE:
Peggior serie negativa in corso: Vis Pesaro con 3 ko consecutivi .
La più lunga e dunque la peggiore striscia negativa stagionale è stata quella di Celano Marsica (dalla 27a alla 32a giornata) e Termoli (dalla 10 alla 15a giornata) con 6 ko consecutivi a testa.
Maggior numero di sconfitte : Celano Marsica con 24 ko
Minor numero di vittorie: Celano Marsica con 4 soli successi .
Minor numero di pareggi: Celano Marsica con 5 soli pari.
Peggior difesa: Celano Marsica con 58 reti incassate (26 in casa e 32 fuori)
Peggior attacco: Celano Marsica con 23 gol realizzati (18 in casa e 5 fuori) con 9 diversi marcatori: Buongiorno (8), Castaldo (5), D’Adamo (1), Fabio Ferrara (1) , Luzi (2) , Marfia (2), Mercogliano (1), Piccirilli (2) e Sambu (1).
Non segna da più partite: Jesina da 2 gare consecutive (241 minuti complessivi)
Peggior differenza reti: Celano Marsica con un -35 (23-58)
La squadra che ha fatto meno punti tra le mura amiche è la Vis Pesaro a quota 14, frutto di 3 successi, 5 pareggi e 9 ko interni.
La squadra che ha fatto meno punti esterni è il Celano a quota 2, frutto di 2 pareggi e 15 ko esterni
Le squadre a segno col minor numero di giocatori sono Celano Marsica e Recanatese con 9 diversi marcatori a testa.
Celano: Buongiorno (8 gol), Castaldo (5), D’Adamo (1) , Fabio Ferrara (1) , Luzi (2) , Marfia (2), Mercogliano (1), Piccirilli (2) e Sambu (1).
Recanatese: Matteo Agostinelli (1), Di Iulio (3 gol di cui 1 su rigore), Giorgio Galli (11 di cui 6 su rigore), Pablo Garcia (2), Franco Gigli (1), Roberto Latini (2), Marolda (9), Narducci (1) e Davide Traini (3). Alle reti dei 9 marcatori giallo-rossi vanno poi aggiunte le autoreti di Minadeo (Campobasso) alla 6a giornata e Vittorio Mariani (Amiternina) alla 30a giornata.
Maggior numero di espulsioni (di giocatori): Vis Pesaro con 15 cartellini rossi rimediati.
Maggior numero di ammonizioni: Celano Marsica con 105 cartellini gialli rimediati
Peggior media inglese: Celano Marsica con un – 48

STATISTICHE SAMB:
Serie Positiva in corso: 3 risultati utili consecutivi (tutti pareggi)
Vittorie: 17 (4-0 interno col Giulianova alla 2a giornata, 1-3 a Celano alla 3a, 2-1 interno col Fano alla 4a, 2-0 sempre interno, stavolta col Termoli alla 6a, 1-0 ancora interno, stavolta con l’Amiternina all’8a, 4-0 sempre interno con la Fermana alla 10a, 1-3 a Pesaro all’11a, 2-0 interno col Matelica alla 14a, 4-0 sempre interno, stavolta con la Recanatese alla 16a, 1-2 a Castelfidardo alla 17a, 4-1 interno con l’Olympia Agnonese alla 18a, 3-0 interno col Celano alla 20a, 4-0 sempre interno, stavolta con la Jesina alla 24a, 1-2 a Scoppito, sul campo dell’Amiternina alla 25a, 2-0 interno col San Nicolò alla 26a, 1-2 a Fermo alla 27a e 0-2 a Campobasso alla 29a)
Pareggi: 9 (3-3 ad Agnone alla 1a giornata, altro 3-3 stavolta a Civitanova alla 5a, 0-0 a Teramo alla 9a, 1-1 a Giulianova alla 19a, altro 1-1 stavolta interno con la Civitanovese alla 22a, 2-2 a Termoli alla 23a, altro 2-2 esterno, stavolta a Matelica alla 31a, 1-1 interno con la Maceratese alla 32a e 2-2 a Recanati alla 33a)
Sconfitte: 7 (2-0 a Jesi alla 7a giornata, 2-3 interno col Campobasso alla 12a, 2-1 a Chieti alla 13a, 3-1 a Macerata alla 15a, 1-0 a Fano alla 21a, 1-3 interno con la Vis Pesaro alla 28a e 2-4 sempre interno, stavolta col Chieti alla 30a)
Gol fatti: 68 (39 in casa e 29 in trasferta; 13 su rigore) con 14 diversi marcatori: Alessandro (3), Baldinini (8), Borgese (1; poi passato al Matelica), Borghetti (2), Carteri (6), Massimo D’Angelo (3), Di Paola (5; poi passato alla Lavagnese), Fedi (1), Franco (1), Napolano (13 di cui 5 su rigore), Padovani (4), Pepe (4), Tozzi Borsoi (16 di cui 8 su rigore) e Valim (1; poi passato al San Nicolò).
Gol subiti: 40 (14 in casa e 26 in trasferta).
Differenza reti: +28 (68-40)
Capocannoniere: Romano Tozzi Borsoi con 16 reti (di cui 8 su rigore)
Punti interni: 35 (su 16 gare casalinghe): 11 successi, 2 pareggi e 3 ko interni.
Punti esterni: 25 (su 17 gare in trasferta): 6 successi, 7 pareggi e 4 ko esterni.
Espulsioni (di giocatori): 11 (Alessandro alla 21a giornata, Borgese alla 15a giornata, Massimo D’Angelo all’8a giornata, Franco alla 5a giornata, Lo Bosco alla 15a giornata, Pepe alla 7a giornata ed alla 13a, Tozzi Borsoi [2] alla 1a giornata e alla 7a e Davide Viti [2] alla 5a ed alla 28a giornata)
Ammonizioni: 90
Media inglese: -5.

Statistiche MACERATESE (Squadra vincitrice del Girone F di Serie D) :
Serie Positiva in corso: 33 risultati utili consecutivi (22 successi ed 11 pareggi).
Vittorie: 22 (Con Celano Marsica, Alma Juventus Fano, Civitanovese, Termoli, Amiternina, San Nicolò Teramo, Vis Pesaro, Campobasso, Castelfidardo, Samb, Olympia Agnonese, di nuovo con Celano, Civitanovese e Termoli, poi con Jesina, di nuovo con l’Amiternina, poi con la Fermana, di nuovo con la Vis Pesaro, poi col Matelica, di nuovo col Castelfidardo, poi con la Recanatese e di nuovo con l’Olympia Agnonese)
Pareggi: 11 (Con Jesina, Fermana, Chieti, Matelica, Recanatese, Giulianova, Alma Juventus Fano, San Nicolò, Campobasso, di nuovo col Chieti, poi con la Samb)
Sconfitte: 0
Gol fatti: 60 (33 in casa e 27 fuori; 7 su rigore) con 13 diversi marcatori : Davide Bartolini (3), Belkaid (1), Croce (4), D’Antoni (12 di cui 2 su rigore), De Grazia (2), Ferri Marini (12), Garaffoni (1), Kouko (14 di cui 4 su rigore), Alex Marco Marini (1), Lorenzo Perfetti (2), Alfredo Romano (3 di cui 1 su rigore), Tortelli (1) e Villanova (2). Alle reti dei 13 diversi marcatori bianco-rossi vanno aggiunte le autoreti di Fabbri (Vis Pesaro) alla 9a giornata e Di Pietro (Chieti) alla 28a.
Gol subiti: 21 (9 in casa e 12 in trasferta).
Differenza reti: +39 (60-21)
Capocannoniere: l’ivoriano Daniel Zinon Kouko con 14 reti (di cui 4 su rigore).
Punti interni: 41 (su 17 gare casalinghe): 12 successi e 5 pareggi interni .
Punti esterni: 36 (su 16 gare in trasferta): 10 successi e 6 pareggi esterni.
Espulsioni (di giocatori): 8 .
Ammonizioni: 74.
Media inglese: +10 .
La Maceratese è una squadra marchigiana del comune di Macerata capoluogo dell’omonima provincia. La scorsa stagione sempre in Serie D Girone F è giunta 4a con 64 punti , perdendo poi per 3-2 la semifinale Play Off (del Girone F) in gara unica giocata sul campo del Termoli .
La formazione di Giuseppe Magi (nuovo) ha vinto il campionato di Serie D Girone F 2014/15 essendo promossa in Lega Pro (Serie C riunificata) con 77 punti in 33 partite, frutto di 22 successi (0-2 a Celano alla 1a giornata, 2-1 interno col Fano alla 2a, 1-2 a Civitanova alla 3a, 4-0 interno col Termoli alla 4a, 1-0 sempre interno , stavolta con l’Amiternina alla 6a, 0-1 a Teramo alla 7a, 0-2 a Pesaro alla 9a, 3-0 interno al Campobasso alla 10a, 4-0 sempre interno, stavolta col Castelfidardo alla 13a, 3-1 ancora interno, stavolta con la Samb alla 15a, 2-3 ad Agnone alla 16a, 3-0 interno col Celano Marsica alla 18a, 3-2 sempre interno, stavolta con la Civitanovese alla 20a, 1-4 a Termoli alla 21, 1-0 interno con la Jesina alla 22a, 0-1 a Scoppito, sul campo dell’Amiternina alla 23a, altro 0-1 esterno, stavolta a Fermo alla 25a, 3-1 interno con la Vis Pesaro alla 26a, 1-2 a Matelica alla 29a, 0-2 a Castelfidardo alla 30a, 1-0 interno con la Recanatese alla 31a ed altro 1-0 interno, stavolta con l’Olympia Agnonese alla 33a) ed 11 pareggi (1-1 a Jesi alla 5a giornata, 0-0 interno con la Fermana all’8a, 2-2 a Chieti all’11a, altro 2-2, stavolta interno col Matelica alla 12a, 1-1 a Recanati alla 14a, altro 1-1, stavolta interno col Giulianova alla 17a, 0-0 a Fano alla 19a, altro 0-0 stavolta interno col San Nicolò alla 24a, 2-2 a Campobasso alla 27a, 1-1 interno col Chieti alla 28a ed altro 1-1 , stavolta esterno a San Benedetto del Tronto alla 32a).
Nella Coppa Italia di Serie D la squadra bianco-rossa è arrivata fino ai sedicesimi di finale. Entrata in gioco al 1° turno ha eliminato la Recanatese espugnando per 0-2 (63′ e 93′ Ferri Marini) il Tubaldi di Recanati, poi nel 2° turno (32esimi di finale) ha battuto per 1-0 (45’Belkaid. Al 40’espulso il tecnico della Jesina Bacci per proteste) tra le mura amiche dell’Helvia Recina ed eliminato la Jesina. Poi ai sedicesimi è stata eliminata perdendo 4-2 ai rigori sul campo del Foligno dopo loo 0-0 dei 90 minuti regolamentari. Sequenza rigori: D’Antoni (M) gol, Vegnaduzzo (F) gol, Bartolini (M) parato, Menchinella (F) gol, Belkaid (M) parato, Urbanelli (F) gol, Kouko (M) gol e Gentili (F) gol.

Statistiche CASTELFIDARDO (prossimo avversario della Samb) :
Vittorie:7 (Con Olympia Agnonese, Celano, Chieti , Giulianova, Amiternina, Jesina e Campobasso)
Pareggi: 10 (Con Alma Juventus Fano, Termoli, San Nicolò , Matelica, di nuovo con Alma Juventus Fano e Termoli, poi con la Civitanovese, di nuovo col Matelica, poi con Chieti e Giulianova)
Sconfitte: 16 (Con Amiternina, Civitanovese, Fermana, Jesina, Campobasso, Vis Pesaro, Maceratese, Recanatese,Samb, Olympia Agnonese, Celano Marsica, di nuovo con la Fermana, poi con San Nicolò Teramo e di nuovo con Vis Pesaro, Maceratese e Recanatese)
Gol fatti: 25 (16 in casa e 9 fuori; 6 su rigore) con 12 diversi marcatori: Bonifazi (1), Capparuccia (2), Ruben Carboni (1), Cavaliere (5 di cui 3 su rigore), D’Alessandro (1), Dell’Aquila (1; poi passato al Trodica), Fermani (1), Giansante (3 di cui 1 su rigore), Sbarbati (4 di cui 1 su rigore), Nicolò Severini (2), Simoncelli (1 su rigore; poi passato al Vismara) e Riccardo Tassi (3).
Gol subiti: 46 (20 in casa ed 26 in trasferta)
Differenza reti: -21 (25-46)
Capocannoniere: Simone Cavaliere con 5 reti (di cui 3 su rigore) all’attivo
Punti interni: 20 (su 17 gare casalinghe): 5 successi , 5 pareggi e 7 ko interni .
Punti esterni: 11 (su 16 gare in trasferta): 2 successi, 5 pareggi e 9 ko esterni.
Espulsioni (di giocatori): 7.
Ammonizioni: 82
Media inglese: -36 .
Il Castelfidardo è una squadra marchigiana dell’omonimo comune in provincia di Ancona. Neopromossa in Serie D avendo vinto una delle 7 finali dei Play Off Nazionali d’Eccellenza battendo in finale il Rieti con un doppio 2-1 (all’andata a Rieti ed al ritorno a Castelfidardo). Nella regular season dell’Eccellenza Marche era giunta seconda alle spalle della Samb con 74 punti .
La formazione di Roberto Mobili (che era stato esonerato e rilevato alla 21a giornata da Mirco Omiccioli, ma poi è stato successivamente richiamato tornando a sedere sulla panchina bianco-verde alla 30a giornata) nell’attuale campionato è 15a con 31 punti (è in piena zona play out e non può più matematicamente raggiungere la salvezza diretta) in 33 partite, frutto di 7 successi (2-1 interno con l’Olympia Agnonese alla 2a giornata, 3-0 sempre interno, stavolta col Celano alla 4a, 1-0 sempre interno, stavolta col Chieti alla 14a, 0-1 a Giulianova alla 16a, 1-0 interno con l’Amiternina alla 22a, 1-3 a Jesi alla 25a e 2-1 interno col Campobasso alla 26a), 10 pareggi (0-0 a Fano alla 1a giornata, altro 0-0 esterno, stavolta a Termoli alla 3a, 2-2 interno col San Nicolò alla 10a, 1-1 a Matelica all’ 11a, 0-0 interno col Fano alla 18a, 1-1 interno col Termoli alla 20a, altro 1-1, stavolta esterno, a Civitanova alla 23a, 0-0 interno col Matelica alla 28a, altro 0-0 , stavolta esterno a Chieti alla 31a ed 1-1 interno col Giulianova alla 33a) e 16 ko (2-0 a Scoppito, sul campo dell’Amiternina alla 5a giornata, 2-6 interno con la Civitanovese alla 6a, 1-0 a Fermo alla 7a, 0-1 interno con la Jesina all’8a, 3-1 a Campobasso alla 9a, 0-1 interno con la Vis Pesaro alla 12a, 4-0 a Macerata alla 13a, 0-1 interno con la Recanatese alla 15a, 1-2 interno con la Samb alla 17a, 1-0 ad Agnone alla 19a, 1-0 a Celano alla 21a, 0-1 interno con la Fermana alla 24a, 6-1 a Teramo alla 27a, 3-0 a Pesaro alla 29a, 0-2 interno con la Maceratese alla 30a e 2-1 a Recanati alla 32a).
Nella Coppa Italia di Serie D la squadra bianco-verde è stata subito eliminata nel Turno Preliminare perdendo 6-5 ai rigori la gara esterna giocata a porte chiuse sul neutro di Montegranaro con la Civitanovese dopo l’1-1 (54’Cavaliere [Ca], 75′ Ruzzier [Ci]) dei 90 minuti regolamentari. SEQUENZA RIGORI: Dell’Aquila (Ca) rete, Cibocchi (Ci) rete, Ciccioli (Ca) rete, Bensaja (Ci) rete, Sbarbati (Ca) rete, Ruzzier (Ci) parato, Labriola (Ca) parato, Amodeo (Ci) rete, Belelli (Ca) rete, Degano (Ci) rete, Fermani (Ca) rete, Forgione (Ci) rete, Urbinati (Ca) parato e Ficola (Ci) rete.

Queste nel dettaglio le squadre che compongono il Girone F di Serie D 2014/15 con il quadro aggiornato dei loro rispettivi allenatori :
Alma Juventus Fano (La scorsa stagione giunta 10a a pari punti con Civitanovese e Giulianova nel Girone F di Serie D): Marco Alessandrini (Nuovo)
Amiternina (La scorsa stagione giunta 14a a pari punti col Sulmona che ha poi sconfitto nettamente nello spareggio Play Out) :Vincenzino Angelone (Confermato)
Campobasso (Neopromosso avendo vinto il Campionato di Eccellenza Molise e la Coppa Italia Dilettanti): Francesco Farina (confermato) che poi si è dimesso per motivi di salute ed è stato rilevato alla 18a giornata da Salvatore Vullo.
Castelfidardo (Neopromosso avendo vinto una delle 7 finali dei Play Off Nazionali di Eccellenza): Roberto Mobili (confermato) poi esonerato e rilevato alla 21a giornata da Mirco Omiccioli, a sua volta esonerato e rilevato alla 30a giornata dallo stesso Roberto Mobili.
Celano Marsica (La scorsa stagione giunto 7° a pari punti con la Jesina nel Girone F di Serie D) : Pasquale Luiso (nuovo) poi esonerato e rilevato alla 23a giornata dal duo proveniente dal settore giovanile del Celano Attilio Tuzi e Filippo Lancia ed alla 24a giornata da Gianluca Colavitto.
Chieti (Retrocesso dalla 2a Divisione Lega Pro dopo essere giunto 15° nel Girone B): Donato Ronci (nuovo)
Civitanovese (La scorsa stagione giunta 10a a pari punti con Fano e Giulianova nel Girone F di Serie D) : Antonio Mecomonaco (nuovo) che poi ha lasciato la panchina rossoblu ed è stato sostituito alla 22a giornata dall’allenatore in seconda Giorgio Carrer, poi alla 23a giornata di nuovo Antonio Mecomonaco che si è in seguito dimesso ed è stato sostituito alla 27a giornata di nuovo da Giorgio Carrer.
Fermana (Giunta 9a la scorsa stagione in Serie D Girone F): Guido Di Fabio (nuovo) poi esonerato e rilevato alla 12 giornata da Osvaldo Jaconi.
Giulianova (La scorsa stagione giunto 10° a pari punti con Civitanovese e Fano nel Girone F di Serie D): Michele De Feudis (nuovo) che poi si è dimesso poco prima dell’inizio del campionato ed è stato rilevato alla 1a giornata dal duo di vice composto da Giulio Ettorre e Giuseppe Tortorici, i quali a loro volta sono stati rilevati alla 4a giornata da Francesco Fabiano, il quale poi è stato esonerato e rilevato alla 7a giornata da Francesco Giorgini.
Jesina (La scorsa stagione giunta 7a a pari punti col Celano nel Girone F di Serie D): Francesco Bacci (confermato)
Maceratese (Giunta 4a la scorsa stagione in Serie D Girone F , ha perso sul campo Termoli la semifinale Play Off del suddetto girone): Giuseppe Magi (nuovo)
Matelica (Giunto 2° la scorsa stagione nel Girone F di Serie D ha vinto i Play Off del suddetto girone approdando a quelli Nazionali dove è stato eliminato in semifinale): Franco Gianangeli (nuovo) poi esonerato e rilevato alla 24a giornata dal tecnico del settore giovanile (la scorsa stagione aveva guidato la Juniores, mentre in questa prima di prendere in mano la 1a squadra guidava i Giovanissimi 2001) matelicese Roberto Bartoccetti.
Olympia Agnonese (La scorsa stagione giunta 13a in Serie D Girone F) : Giuseppe Donatelli (nuovo), poi esonerato e rilevato alla 18a giornata dal tecnico della Juniores Marco Palazzo, ma poi dalla 19a giornata squadra di nuovo affidata a Giuseppe Donatelli che successivamente si è dimesso venendo sostituito alla 29a giornata da Sauro Trillini.
Recanatese (La scorsa stagione giunta 5a a pari punti con la Vis Pesaro nel Girone F di Serie D): Daniele Amaolo (confermato) poi esonerato e rilevato alla 17a giornata da Lamberto Magrini.
SAMB (Neopromossa avendo vinto il Campionato di Eccellenza Marche): Andrea Mosconi (confermato) poi esonerato e rilevato alla 14a giornata da Silvio Paolucci.
San Nicolò Teramo (Neopromosso avendo vinto il Campionato di Eccellenza Abruzzo): Massimo Epifani (confermato)
Termoli (La scorsa stagione giunto 3° nel Girone F di Serie D ha perso o meglio pareggiato sul campo del Matelica la finale Play Off del suddetto girone): Pasquale Catalano (nuovo), poi esonerato e rilevato alla 7a giornata dal preparatore dei portieri Salvatore Cardamone, dall’11a giornata torna in panchina Pasquale Catalano poi di nuovo esonerato e rilevato alla 12a giornata da Marcello Casu, poi dalla 22a giornata di nuovo il preparatore dei portieri Salvatore Cardamone e dalla 24a giornata Giuseppe Di Meo.
Vis Pesaro (La scorsa stagione giunta 5a a pari punti con la Recanatese nel Girone F di Serie D): Matteo Possanzini (nuovo) poi esonerato e rilevato alla 2a giornata da Ferruccio Bonvini, a sua volta esonerato e rilevato alla 22a giornata da Antonio Ceccarini.

In neretto le squadre che hanno sostituito il proprio allenatore iniziale.

Albo d’Oro Serie D (che esiste dalla stagione 1948/49 ma fino alla stagione 1991/92 si chiamava Interregionale) Girone F (che dal 1982 ha quasi sempre raccolto le squadre del centro-sud di Marche ed Abruzzo in particolar modo) ed altri Gironi che dal 1980 ad oggi hanno raccolto le squadre marchigiane :
1979/80 °: Maceratese e Cattolica (Nel Girone C dove c’era anche il Chievo Verona, oggi in Serie A) e Frattese e Campania (Nel Girone F, allora ancora senza squadre marchigiane) ;
1980/81°: Vigor Senigallia e Jesi (Girone C dove c’era anche il Chievo Verona) ed Akragas e Modica (Girone F dove non c’erano ancora squadre marchigiane);
1981/82: Elpidiense (Girone F) ;
1982/83 Cesenatico (Girone F) ;
1983/84: Fermana (Girone F) ;
1984/85:Ravenna (Girone F) ;
1985/86: Vis Pesaro che vinse spareggio a 3 con Gubbio e Riccione, squadre che erano giunte prime a pari punti con i vissini (Girone F) e Lanciano che vinse spareggio col Chieti giunto anch’esso primo a pari punti con i lancianesi (Girone H);
1986/87 : Gubbio (Girone F) e Chieti (Girone H);
1987/88: Poggibonsi (Girone F) e Trani (Girone H);
1988/89: Mobilieri Ponsacco (Girone F ) e Castel di Sangro (Girone G) ;
1989/90: Imola * ma poi fallì e la promozione saltò (Girone F) e Vastese (Girone G) ;
1990/91: Colligiana (Girone F) ed Avezzano (Girone G). In questa stagione chi vinceva il proprio Girone non veniva subito promosso in C2 ma doveva prima vincere anche lo spareggio con la squadra vincitrice del Girone confinante. In quell’anno ad essere promosso fu l’Avezzano che battè proprio la Colligiana nel doppio spareggio ;
1991/92: L’Aquila (Girone F, per la prima volta dal 1982 senza squadre marchigiane) e Sulmona (Girone G). Nonostante avessero vinto i loro rispettivi Gironi le 2 squadre abruzzesi non furono promosse in C2 in quanto perdettero i rispettivi spareggi contro altre 2 vincitrici di Gironi : Gualdo (E) e Sora (H);
1992/93: Nuova Maceratese (Girone E) e Torres (Girone F, per la 2a volta dal 1982 senza squadre marchigiane) ;
1993/94:Vis Pesaro (Girone E) e Teramo (Girone F, per la terza volta dal 1982 senza squadre marchigiane);
1994/95:Tolentino (Girone F) ;
1995/96: Arezzo (Girone E) e Maceratese (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta 14a);
1996/97: Castel San Pietro (Girone E) ed Astrea (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta terza);
1997/98:L’Aquila (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta terza) ;
1998/99: Imolese (Girone D, dove c’era anche la Samb giunta quarta) e Castelnuovo (Girone F per la quarta volta dall’82 senza squadre marchigiane);
1999/2000: San Marino (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta 8a) ;
2000/01: Poggese (Girone D) e Samb (Girone F) ;
2001/02:Fano (Girone E) e Tivoli (Girone F, per la 5a ed ad oggi ultima volta dal 1982, senza squadre marchigiane);
2002/03: Ravenna (Girone D) e Rosetana (Girone F) ;
2003/04: Castel San Pietro (Girone D) e Morro d’Oro (Girone F, dove c’era anche il Grottammare);
2004/05: Foligno (Girone F, dove c’era anche il Grottammare) ;
2005/06: Val di Sangro (Girone F, dove c’era anche il Grottammare);
2006/07: Pescina Valle del Giovenco (Girone F, dove c’erano anche Centobuchi e Grottammare);
2007/08: Giacomense (Girone D) e Sangiustese (Girone F, dove c’erano anche Centobuchi e Grottammare, quest’ultimo giunto quinto ed approdato ai Play Off poi persi con la Renato Curi Angolana) ;
2008/09:Pro Vasto (Girone F, dove c’erano anche Centobuchi e Grottammare, quest’ultimo poi retrocesso);
2009/10: Pisa (Girone D) e Chieti (Girone F, dove c’era anche il Centobuchi poi retrocesso dopo i play out persi contro la Renato Curi Angolana);
2010/11: Santarcangelo (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta 11a a pari punti con Atletico Trivento, Luco Canistro ed Olympia Agnonese) ;
2011/12: Teramo (Girone F, dove c’era anche la Samb giunta seconda a -1 dal Teramo ha vinto i Play Off , approdando a quelli Nazionali dove è stata eliminata alla 4a Fase perdendo ai rigori col Legnago Salus) ora promosso in Serie B;
2012/13: Samb (Girone F) poi fallita in estate e ripartita dall’Eccellenza Marche ;
2013/14: Ancona 1905 (Girone F).
2014/15: Maceratese (Girone F) ;

*= al posto dell’Imola fallito non fu clamorosamente ripescato il Gualdo giunto primo a pari punti e sconfitto dall’Imola stessa nello spareggio promozione ma bensì il Bisceglie che era retrocesso dalla C2. Così il Girone F rimase quell’anno senza promozioni.
°= c’erano 2 promozioni in C2 che spettavano alle prime 2 classificate di ogni girone.
Dalla stagione 2013/14 la squadra promossa va in Lega Pro (Serie C riunificata come accadeva dalla stagione 1948/49 a quella 1976/77 prima cioè che fosse introdotta la C2) mentre nelle stagioni precedenti da quella 1977/78 fino a quella 2007/08 andava in C2 poi ribattezzata (dalla stagione 2008/09) 2a Divisione.

INFO SERIE D GIRONE F: La Serie D Girone F 2015/16 includerà anche l’Avezzano, la Folgore Falerone Montegranaro e l’Isernia che sono stati matematicamente promossi nel massimo campionato Dilettanti avendo vinto rispettivamente l’Eccellenza Abruzzo, l’Eccellenza Marche e l’Eccellenza Molise.

COPPA ITALIA SERIE D :

Risultati Quarti di Finale in gara unica di mercoledì 10 dicembre 2014 :
Ponte San Pietro Isola-Scandicci 0-3
Union Ripa La Fenadora-Correggese 5-7
Lupa Castelli Romani-Matelica 1-0 (6’Baylon)
Monopoli-Terracina 2-0

In neretto le 4 squadre approdate alle semifinali.

Semifinali del 25 febbraio (andata) e dell’11 marzo (ritorno) 2015 :
Scandicci-Correggese 0-2 ed 1-2
Monopoli-Lupa Castelli Romani 2-2 ed 1-0
In neretto le 2 squadre approdate in finale.

Finale di mercoledì 15 aprile 2015 sul neutro Bruno Buozzi di Firenze in diretta su Raisport:
Correggese-Monopoli 1-2 (3’autorete di Castaldo [C], 59’Croce, 63′ El Kamch. Al 72’espulso direttamente dalla panchina, per proteste Varini della Correggese)

Il Monopoli (al 1° titolo ed attualmente 11° nel Girone H) succede al Pomigliano vincendo la Coppa Italia di Serie D 2014/15 e sarà ammesso direttamente alle semifinali dei Play Off Nazionali.

La manifestazione (detenuta dal Pomigliano) è partita con il turno preliminare di domenica 24 agosto 2014. Poi si sono giocati il 1° turno del 31 agosto, i 32esimi di finale del 10 settembre, il 3°turno (Sedicesimi di finale) del 15 ottobre, gli ottavi di finale del 19 novembre, i quarti di finale del 10 dicembre, le semifinali del 25 febbraio 2015 (andata) e dell’11 marzo (ritorno) e la finale di mercoledì 15 aprile 2015.

Albo d’Oro Coppa Italia Dilettanti dall’inizio (1966/67) fino alla stagione 1989/90 , stagioni in cui era riservata alle squadre del 5° e 6° livello del calcio italiano:
1966 /67: Impruneta;
1967/68: S.T.E.F.E.R. Roma ;
1968/69: ALMAS Roma;
1969/70:Ponte San Pietro;
1970/71: Montebelluna ;
1971/72: Unione Valdinievole ;
1972/73: Jesolo;
1973/74: Miranese;
1974/75: Banco di Roma ;
1975/76: Sorinese;
1976/77: Casteggio ;
1977/78: Sommacampagna ;
1978/79: Ravanusa ;
1979/80: Cittadella ;
1980/81: Internapoli ;
1981/82: Leffe ;
1982/83: Lodigiani ;
1983/84: Montevarchi ;
1984/85: Solvay Rosignano ;
1985/86: Cassino ;
1986/87: Avezzano ;
1987/88: Altamura ;
1988/89: Sestese;
1989/90: Breno .

Albo d’Oro Coppa Italia di C.N.D. dal 1991 al 1999:
1990/91:Savona;
1991/92: Torres;
1992/93: Treviso;
1993/94: Varese ;
1994/95: San Severo ;
1995/96:Alcamo;
1996/97: Astrea ;
1997/98: Campobasso;
1998/99:Casale.

Albo d’Oro Coppa Italia Dilettanti (quando il titolo era unificato: vincitrice Coppa Italia di serie D vs vincitrice Coppa Italia di Eccellenza e Promozione Nazionale) dal 1991 al 1999:
1990/91: Savona ;
1991/92: Quinzano;
1992/93: Treviso;
1993/94:Varese ;
1994/95:Iperzola;
1995/96: Alcamo ;
1996/97: Astrea ;
1997/98: Larcianese ;
1998/99: Casale.

ALBO D’ORO COPPA ITALIA DI SERIE D (da non confondere con l’attuale Coppa Italia Dilettanti):
1999/00: Castrense ;
2000/01: Todi;
2001/02: Pievigina;
2002/03:Sansovino;
2003/04:Juve Stabia (oggi in Serie B);
2004/05: U.S.O. Calcio;
2005/06:Sorrento;
2006/07:San Felice Normanna ;
2007/08: Como ;
2008/09: Sapri ;
2009/10: Matera;
2010/11: Perugia;
2011/12: Sant’Antonio Abate;
2012/13:Torre Neapolis (detto anche Turris);
2013/14: Pomigliano;
2014/15: Monopoli

INFO SERIE D: Mentre i campionati si avvicinano ai titoli di coda è già tempo di pensare alla prossima stagione. Importante, nella costruzione degli organici, soprattutto per le squadre che aspirano alla vittoria finale, la scelta degli under. Sono stati fissati gli obblighi di impiego dei cosiddetti “fuoriquota” nelle diverse categorie. Per quanto riguarda il campionato di serie D 2015/16 l’obbligo sarà quello di schierare 4 under: un ’95, due ’96 ed un ’97.

Ecco il quadro Nazionale aggiornato di tutte le squadre che hanno vinto i propri campionati regionali d’Eccellenza e sono dunque approdate in Serie D:
Abruzzo : Avezzano
Basilicata: Az Picerno
Calabria: Palmese
Campania: Turris (detta anche Miano) (Nel Girone A) e Libertas Stabia (meglio conosciuta come Gragnano) (Nel Girone B )
Emilia Romagna: Lentigione (Girone A) e Sammaurese (Girone B)
Friuli Venezia Giulia: Monfalcone
Lazio: Trastevere (Girone A) ed Albalonga (Girone B )
Liguria: Ligorna
Lombardia (unica regione che ha tre gironi d’Eccellenza): Bustese (Girone A), Alzano Cene (Girone B) e Grumellese (Girone C)
Marche:Folgore Falerone Montegranaro
Molise: Isernia
Piemonte e Valle D’Aosta (unica regione che non ha un proprio girone d’Eccellenza): Gozzano (Girone A) e Pinerolo (Girone B)
Puglia: Virtus Francavilla °
Sardegna: Muravera
Sicilia: Marsala (Girone A ) e Siracusa (Girone B)
Toscana: Viareggio (Girone A) e Valdinievole Montecatini(Girone B).
Trentino Alto Adige: Levico Terme
Umbria: Città di Castello
Veneto: Campodasergo (Girone A) e Calvi Noale (Girone B).
In neretto le squadre promosse in serie D.
°= Ha vinto anche la Coppa Italia Dilettanti.
A queste squadre sopra citate nei rispettivi Gironi di Serie D dove verranno inserite si aggiungeranno le sette vincitrici dei play off nazionali d’Eccellenza ed il Lanusei (come migliore semifinalista della Coppa Italia Dilettanti, visto che le 2 finaliste e l’altra semifinalista hanno tutte vinto il proprio campionato ottenendo già la matematica promozione in Serie D).

DATE POST SEASON SERIE D:
Il Dipartimento Interregionale ha ufficializzato le date della fase post season. Le nove squadre vincenti i gironi iniziano la corsa allo scudetto il 17, 20 e 24 maggio con le tre giornate dei triangolari. Le Final Four andranno in scena in gare uniche e campo neutro rispettivamente il 28 e 30 maggio. Più lunga la rincorsa a un posto utile in caso di un eventuale ripescaggio in Lega Pro. Il 17, 20 e 24 maggio si giocano gli abbinamenti dei Play Off per decretare una squadra vincente per ogni girone. La 4a e 5a fase si disputano invece il 31 maggio e 7 giugno. Le semifinali andranno in scena il 10 giugno, la finale è in programma il 14 giugno. Le sfide dei Play Out con la consueta formula in gara unica, in casa delle meglio classificate nella Regular Season si giocheranno il 24 maggio (il 17 maggio gli eventuali spareggi in campo neutro per evitare la retrocessione diretta). Dal 17 maggio il calcio d’inizio delle partite è fissato alle ore 16.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.014 volte, 1 oggi)