SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nulla di fatto. Dall’Unione Comunale del Pd di lunedì non è uscito il nome del successore di Fabio Urbinati.

Quella che sarebbe dovuta essere la serata degli annunci è stata piuttosto l’ennesima tappa interlocutoria di un’amministrazione che ha la necessità di riassegnare soprattutto la delicata delega relativa al Bilancio.

Resta il mistero sul tempo che si prenderà il sindaco Gaspari per arrivare alla decisione definitiva, anche se i democratici hanno ribadito l’esigenza di affidare ad una figura del partito l’assessorato vacante.

Nessuno vuole una spalmatura degli incarichi (in ballo ci sono pure Attività Produttive e Pesca) sui rimanenti componenti della giunta, così come non sarebbe gradita l’assegnazione del ruolo ad un politico esterno al Consiglio Comunale.

CRITICHE A URBINATI Durante la discussione non sono mancati riferimenti allo stesso Urbinati. Il candidato al consiglio regionale è stato criticato per la scelta “inopportuna” di dimettersi in un momento delicato per la maggioranza, con un Bilancio di Previsione 2015 da approvare sia in giunta che in assise.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 452 volte, 1 oggi)