ChietiMonteprandone 36-20

Chieti: Colaprete, A. Savini 5, M. Savini 5, Giuffrida 5, Mola 1, Milosevic 4, Pellegrini 6, Pieragostino 4, Giampietro 6, Di Gregorio, Galvan, Grecu, Schiazza, Odoardi. All.: Milosevic.
Monteprandone: D’Angelo, Ceccarelli, Bolla 2, Coccia 1, Al. Mucci 1, An. Mucci, Leo. Grilli 4, Poletti 5, Funari 1, Khouaja 2, Panichi 4, Luisi. All.: Vultaggio.

Nota: parziale primo tempo, 20-7.

MONTEPRANDONE – Troppo forte la capolista Chieti. Per l’Handball Club nulla da fare. Celesti in Abruzzo imbottiti di giovanotti dell’Under 16: chiaro che l’esperienza della squadra di Milosevic scavasse il solco. Pesante il passivo all’intervallo (20-7), quando pure gli uomini di coach Vultaggio sbagliano tre volte dai sette metri e poteva essere il sei pari; un po’ meno il finale, col 36-20 motivato dal fatto che i padroni di casa nella ripresa daranno spazio a qualche ragazzo dell’U18. È comunque un buon test per Monteprandone, nonostante il secondo capitombolo consecutivo (dopo quello interno con Osimo). Nota lieta il ritorno alle gare dopo tre mesi di Marco Poletti.

Prossimo impegno per l’Hc, il 25 aprile, al Colle Gioioso contro Vasto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 98 volte, 1 oggi)