MARTINSICURO – Il consiglio comunale aperto sul turismo, richiesto dai gruppi consiliari di minoranza MartiRosa e Progetto Comune, scatena lo scontro tra amministrazione e operatori turistici.

Duro faccia a faccia tra il presidente degli operatori turistici, Amedeo Corsi, e l’assessore al Turismo, Massimo Corsi. L’oggetto dell’animato dibattito è la bocciatura di 7 domande, presentate per accedere al nuovo bando per le concessioni balneari (come previsto dal nuovo Piano Spiaggia) tra cui quella del Camping Duca Amedeo, di proprietà dello stesso Amedeo Corsi, che ora rischia di non avere spiaggia per i propri clienti.

“Le domande non accettate di hotel e camping sono arrivate in extremis – fa sapere l’assessore Corsi – e tutte senza le giuste accortezze (mancava la cera lacca necessaria per la chiusura delle buste e sono state protocollate alle 13.05).

Le 8 concessioni previste non sono state però assegnate e a questo punto si prospettano due vie percorribili: una è quella di riaprire il bando (ma i tempi diventerebbero troppo lunghi), la seconda (quella più plausibile) è invece quella di chiedere al Demanio un’assegnazione a tempo straordinaria, vista la stagione estiva ormai alle porte.

A margine del consiglio si è parlato anche della viabilità del lungomare, fortemente contestata dai commercianti.  L’attuale senso unico da nord verso sud con deviazione obbligatoria su via dei Pini potrebbe essere esteso su tutto il tratto di lungomare senza la deviazione. Confermate sicuramente, invece, le strisce blu.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 340 volte, 1 oggi)