MARINO DEL TRONTO – Francesco Voltattorni, avvocato di Sergio Spina, ci ha comunicato l’esito dell’interrogatorio del suo assistito avvenuto nel carcere di Marino del Tronto attorno alle 12.30.

“Sergio Spina si è dichiarato estraneo ai fatti. – afferma il legale – All’interrogatorio ha risposto alle domande poste dagli inquirenti e ha illustrato la sua giustificazione inerente all’accusa di corruzione mossa contro di lui. Una parte del terreno appartiene al mio assistito che però l’ha acquistata dal proprietario precedente. Non era di Sergio Spina quell’appezzamento e di conseguenza non l’ha mai venduto al maresciallo della Guardia di Finanza Alberto Camposeo, proprietario dell’altra parte di area sequestrata dalla Procura”.

L’avvocato Voltattorni ha chiesto per il suo assistito la scarcerazione, il Pm entro cinque giorni farà sapere l’esito. “Confidiamo nella scarcerazione. Sergio Spina è affranto e arrabbiato per questa vicenda. Non è piacevole per lui trovarsi in prigione sapendo di essere innocente”.

L’avvocato, infine, esprime un ultimo pensiero. “Questa vicenda è accaduta nel 2007. Quindi è caduta in prescrizione due anni fa, nel 2013. E’ strano quest’arresto”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.976 volte, 1 oggi)