SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Da alcuni giorni un paio di marocchini razziavano vari stabilimenti balneari del lungomare di San Benedetto del Tronto. Il loro bottino solitamente consisteva in bottiglie di bevande alcoliche e soldi prelevati dai registratori di cassa. In alcuni casi i ladri si sono anche resi responsabili di atti vandalici, in uno chalet avevano sfondato una vetrata per penetrare all’interno.

Nella mattina del 10 aprile un gestore di uno degli stabilimenti colpiti dai criminali, ha sorpreso e trattenuto uno dei due che, visibilmente ubriaco, sostava su dei tavolini brandendo delle bottiglie e un coltello con un lama di circa 20 centimetri. E’ stata fatta intervenire sul posto una pattuglia della Polizia che ha arrestato il marocchino e l’ha condotto in Commissariato. Lì è stato verificato che, oltre ai furti negli stabilimenti balneari, i due stranieri avevano rubato un cellulare a un signore al centro di San Benedetto del Tronto.

Le forze dell’ordine sono al lavoro per risalire al complice. Gli inquirenti hanno affermato che i due soggetti non sono nuovi a questo tipo di reati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 648 volte, 1 oggi)