SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Comune indice un bando per le morosità incolpevoli, ovvero quelle situazioni di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone lavorativo per via di una riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare.

Potranno fare domanda coloro che hanno perso lavoro per licenziamento, o subito consistente riduzione di orario di lavoro, cassa integrazione, mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici, cessazione di attività per cause di forza maggiore, malattia, infortuni o decesso.

Tra i requisiti necessari ci sono la cittadinanza italiana ed un reddito Ise non superiore a 35 mila euro. Le domande di partecipazione dovranno essere consegnate entro e non oltre il 12 maggio.

Il Comune beneficerà dell’importo di 84 mila euro elargito dalla Regione Marche. La somma massima che si potrà versare ad ogni singola famiglia sarà di 6 mila euro. Si effettuerà una graduatoria sulla base dei valori Isee, che potranno godere di una diminuzione del 10% qualora venisse verificata la presenza all’interno di un nucleo di un componente ultrasettantenne, minore o con invalidità accertata per almeno il 74%.

Per informazioni: www.comunesbt.it.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 512 volte, 1 oggi)