CHIETI – Spesso si erano finti poliziotti, nel Chietino, per ottenere soldi da clienti di lucciole finché la loro frode non è stata scoperta. Il Tribunale di Chieti ha, quindi, condannato tre persone per tentata estorsione, violazione di domicilio e rapina.

Antonio Nesta, 28enne residente a San Benedetto del Tronto, è stato condannato a otto anni e sei mesi di reclusione. Rosaria Parigino, 41enne residente a Pescara, è stata condannata a otto anni di reclusione. Infine l’indiano Ukhbir Singh, 31 anni, condannato a dieci anni di reclusione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 901 volte, 1 oggi)