TERAMO – Non gli è bastato danneggiare gravemente, nel pomeriggio del 3 aprile, tre ciclomotori parcheggiati in  via Giannina Milli a Teramo, facendone cadere in terra due. H.V., in stato di ebbrezza, ha poi cominciato a inveire violentemente nei confronti dei poliziotti subito intervenuti dopo l’allarme dato al 113 da un cittadino.

Non ne voleva sapere proprio di salire sulla volante per essere portato in Questura e ha così fatto faticare non poco gli agenti. In ufficio l’uomo si è rifiutato anche di declinare le proprie generalità.

E’ così finito con gli arresti domiciliari il pomeriggio movimentato del 40enne teramano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 964 volte, 1 oggi)