GIANNI MONETI Oggi abbiamo giocato veramente bene, evidentemente la botta di domenica scorsa ci ha riportato alla realtà e ci ha dato quella rabbia che contro la Vis Pesaro è purtroppo mancata.

BALDININI Certo che la vittoria aumenta il nostro rammarico per la sconfitta di domenica scorsa. Abbiamo reagito nel modo giusto e così dobbiamo andare avanti fino al termine del campionato… e anche oltre perché, se già le speranze di primato erano sfumate, la vittoria della Maceratese a Matelica ha messo il sigillo definitivo. Purtroppo non è la prima volta quest’anno che abbiamo alti e bassi ma vorrei dire anche che domenica scorsa siamo stati i primi a subire il colpo: è stata un’occasione mancata come altre volte quest’anno. Io sono indispensabile sempre e comunque? La ringrazio per i complimenti che mi fanno molto piacere. Se vincevamo con la Vis oggi al 93’ saremmo stati a 5 punti dalla Maceratese? E’ vero ma poi la capolista ha vinto e il ragionamento non tiene più.

ARCIPRETI In un minuto nel calcio cambia tutto? Proprio così e per questo motivo non si deve mai mollare ma non mi riferisco alla sconfitta di domenica scorsa ma al fatto che siamo una squadra di matti. Ci sono stati in questo campionato cali di concentrazione che hanno determinato l’attuale posizione di classifica. Dobbiamo lavorarci sopra perché le qualità della squadra sono indubbie e, se giochiamo come oggi, non dobbiamo temere nessun avversario. Oramai i giochi sono fatti e il passaggio di categoria può passare solo per i play off. Ai quali io credo molto e anche la squadra alla quale sono stato molto vicino durante il ritiro dei giorni scorsi. Se può rivelarsi un vantaggio pensare ai play off sin da adesso e magari non al momento in cui, magari per un punto, si è perso il primo posto all’ultima gara? La delusione in effetti per chi  arriva seconda ed ha sognato fino all’ultimo la vittoria finale può giocare un ruolo importante ma non ci riguarda quindi, se riusciamo ad arrivare secondi bene (anche se non dipende solo da noi), altrimenti daremo il massimo per raggiungere l’obiettivo che la dirigenza e la squadra vogliono a tutti i costi. Il riavvicinamento dei tifosi potrebbe giocare un ruolo determinante? Sicuramente e credo che, dopo la prova di oggi, il momento sia più vicino di quanto possiamo immaginarci. Di certo qui a Campobasso abbiamo blindato il terzo posto che, in caso di sconfitta, sarebbe stato in bilico. Io sono fiducioso”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.574 volte, 1 oggi)